Le Principesse Disney si schierano contro l'anoressia

Principesse e principi Disney si impegnano in una campagna contro l'anoressia per far alzare la guardia ai genitori e catturare l'attenzione dei bambini.

principesse-disney-contro-anoressia

I cartoni animati sono punti di riferimento per i bambini e solitamente racchiudono un messaggio utile ed educativo. Le Principesse Disney sono amate dai bambini, per questo possono fare da testimonial per campagne importanti come quella appena lanciata per combattere l'anoressia realizzata dall'illustratore Saint Hoax, non nuovo a questo tipo di campagne. Dopo aver puntato il dito contro l'abuso sui minori in ambito familiare, volge l'occhio ad una altro dramma che viene sempre consumato tra le mura domestiche.

L'anoressia nervosa che colpisce bambini dai 5 anni in su e adolescenti fa veramente paura. E solo la paura può farci tenere alta l'attenzione.

Personaggi meravigliosi come Ariel, Jasmine, Biancaneve, i principi Eric e Ercole, questa volta incutono timore. La sirenetta dai capelli rossi, principessa ottimista e sempre con il sorriso sulle labbra ha perso di energia e appare triste con occhi infossati, guance scavate e ossa sporgenti. L'angelica Biancaneve, dal canto suo, appare magra e sofferente nonostante indossi il suo meravaglioso abito, purtroppo su un paio di spallucce smagrite. A Jasmine sembra siano rimasti solo degli enormi occhi mentre il resto del viso e il corpo ossuto sembrano voler sparire per sempre. Non mancano l'affascinante Eric e l'eroe Ercole che, nella particolare e drammatica situazione, hanno perso personalità, bellezza ed energia in pochi tratti.

La campagna The Royal Misfits (letteralmente, "Le reali misure sbagliate") contro l'anoressia, con principi e principesse come protagonisti, lancia un messaggio chiaro agli adulti e ai più giovani di sesso maschile e femminile:

"Tagliata/o per essere una principessa o un eroe? Non lasciare che l'anoressia ti mangi viva/o."

Il progetto vuole parlare agli adulti in maniera che facciano attenzione ai cambiamenti d'umore dei propri figli, alle loro abitudini alimentari, e ai più giovani per mostrare loro cosa può fare una malattia subdola come l'anoressia, tra le prime cause di morte tra le donne giovani.

Per essere una principessa, un principe, bisogna sorridere, andare a testa alta orgogliosi delle proprie caratteristiche fisiche perchè rappresentano noi stessi e nessun altro. Per realizzare i propri sogni, e vivere, bisogna alimentarsi...

Via | Repubblica
Foto | Saint Hoax @facebook

  • shares
  • Mail