Il tizio ci sa fare e raccorda magnificamente le curve sotto le note del drifting, al volante di una Ferrari 360 Modena sottoposta al trattamento del tuning. Il risultato è scenografico, ma continuo ad interrogarmi sul senso di questa pratica, specie quando per esercitarla si scelgono le auto sportive dei migliori marchi. Mi chiedo: la scelta di un gioiello del “cavallino rampante” è proprio indispensabile per simili funambolismi di guida? A voi il video. Buona visione!

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 23-07-2016