Come coltivare la menta in casa, erba aromatica protagonista dell'estate

È fresca, aromatica e piacevolissima al palato, è la menta piperita, pianta perfetta da coltivare in casa

La menta piperita è una pianta aromatica perenne dalle note caratteristiche organolettiche. Fresca al palato per le migliori ricette di cucina estive, ma anche perfetta da addizionare ai prodotti di bellezza per avere un immediato effetto corroborante, questo dono di madre natura è davvero protagonista della bella stagione.

Gli usi della menta sono infatti legati al suo potere rinfrescante, ideale nei cocktail pestati, come il buonissimo mojito (anche in versione analcolica), ma anche nelle paste fredde e come aroma nei contorni di verdure (è rinomato il suo utilizzo per insaporire le melanzane arrostite o in caponata). E tutta questa freschezza, ovviamente, si sposa magnificamente con la stagione calda, quando in tavola vogliamo leggerezza e brio.

Questa splendida piantina, ci farà piacere saperlo, è anche molto facile da coltivare in casa, partendo dall'arbusto già preformato che si può acquistare in vivaio o nei supermercati più forniti. Da evitare invece la semina che, oltre a rubarci più tempo prima di poter veder spuntare le foglie, è anche una fase piuttosto delicata, dove è facile sbagliare.

Dopo aver acquistato la pianta non ci resta che travasarla in un recipiente più ampio dove possa crescere e prosperare. Il terreno prediletto dalla menta ha un pH fra 6,5 e 7, ma si adatta benissimo anche con un terriccio dal pH più basico, purché non superiore ai 7,5, o al contrario più acido, non inferiore al 5,5.

La terra dovrà poi essere ricca di materia organica e ben drenata, perciò teniamoci pronte ad aggiungere sabbia e fertilizzanti di origine biologica qualora i suoi requisiti non rispondessero alle esigenze della nostra menta.

Dopo l'invaso le uniche cure richieste dalla pianta sono di mantenere il terreno sempre umido (ma senza esagerare per evitare ristagni idrici!) bagnando con regolarità e posizionare il vaso in una zona luminosa del balcone o della veranda, in quanto la menta è avida di sole.

Quando la pianta sarà cresciuta si potranno tagliare le foglie per i nostri usi culinari o staccare un rametto da mettere a bagno in un bicchiere d'acqua per generare una talea e così una nuova pianta.

Ricordiamo poi che ogni primavera la menta richiede di arricchire la sua terra con del fertilizzante, in modo da crescere bella e rigogliosa e darci foglioline saporite e perfette per i nostri utilizzi domestici.

Gallery | da Flickr di W@lk; thebittenworld.com; richard_north; teezeh; ilovemypit; alberth2

  • shares
  • Mail