Come coltivare l'aglio in vaso partendo dagli spicchi

Coltivare l'aglio è un lavoro facile e gratificante. Ma soprattutto si può avviare la crescita anche in vaso, venendo incontro a chi non ha il giardino. Ecco come fare

Uno degli ingredienti verdi più usati dalla cucina italiana è senza dubbio l'aglio, una pianticella bulbosa dal gusto piccantino e adatto a portate di ogni tipo. Che sia per insaporire la bruschetta di pane, per dare brio alla pizza marinara o per rendere più gustose salse e sughi, le classiche "becche" bianche o rosse sono le vere regine della nostra tradizione culinaria.

Ma come fare a coltivare l'aglio in vaso, quando non si ha disposizione un piccolo angolo di giardino? Il farsi è molto più facile del dirsi, in quanto questa pianta non ha particolari esigenze per venire su forte e sana, donandoci i suoi saporiti bulbi.

Anzi, proprio da spicchi biologici di buona qualità (e possibilmente di una discreta grandezza) si deve partire, garanzia di un buon "raccolto", sano e saporito (su in gallery tutti gli step da seguire). Riguardo alla varietà di aglio da scegliere, ricordiamoci che ogni cultivar ha le sue caratteristiche, perciò informiamoci su quale sia la tipologia migliore da coltivare in base alle nostre esigenze.

Gallery | da Flickr di jeffreyw; grongar; Linda N.; Iburiedpaul; grongar; Baugher Webmaster Services; reader of the pack

  • shares
  • Mail