[blogo-gallery id=”313556″ layout=”photostory” title=”Stretching da letto” slug=”stretching-da-letto” id=”313556″ total_images=”5″ photo=”0,1,2,3,4″]

Iniziare bene una giornata e dormire con gusto la notte sono veri e propri cardini per una vita più sana e felice. Per tale ragione migliorare la qualità del sonno e rendere meno stressante il risveglio, sono strategie da attuare senza remore per garantirsi anche mattinate più attive e produttive.

Per farlo ci può aiutare distendere i muscoli la sera e sgranchirsi per bene le ossa quando apriamo gli occhi, utilizzando lo stretching soft. Gli unici attrezzi utili per eseguire ogni mini sessione (non ci vorranno più di 10 minuti) saranno il materasso ed eventualmente i cuscini, visto che tutti gli esercizi si eseguono a letto.

Iniziamo stendendo la colonna vertebrale: mettiamoci di traverso sul letto, con le spalle che arrivano all’altezza del bordo del materasso. Tiriamo su le braccia e lasciamole cadere dritte all’indietro insieme alla testa, come se stessimo facendo un ponte. Manteniamo la posizione per mezzo minuto respirando in modo lento e profondo, poi tiriamoci su aiutando la risalita della testa con le mani.

Ora sdraiamoci in posizione supina con le gambe distese e la testa appoggiata al cuscino, come in fase di sonno. Flettiamo il ginocchio destro verso il petto accompagnandolo con le mani e spingendo verso il basso per aumentare lo stiramento. Manteniamo la posizione per 30 secondi e poi ripetiamo con il ginocchio sinistro.

Nella stessa posizione di partenza di prima, flettiamo il ginocchio destro portandolo non verso il petto ma spostandolo leggermente di fianco. Con le mani prendiamo il piede e spingiamo verso il basso, creando una sorta di angolo retto fra polpaccio e coscia (il ginocchio sarà invece sotto l’ascella). Manteniamo la posizione per 30 secondi e poi ripetiamo con la gamba sinistra.

Una delle posizioni più efficaci per stiracchiare i muscoli addominali è certamente quella detta del “serpente”. Distese sul letto a pancia in giù, con le braccia distese dritte sopra la testa, iniziamo a far strisciare le mani verso il petto e alziamo il busto, portandolo all’indietro insieme alla testa. Manteniamo la posizione per 30 secondi e cerchiamo di sentire i muscoli del busto tirare, poi torniamo giù.

Gallery | da Flickr di James Theophane; againstthebrilliance; Idhren; Martika G; silver marquis

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 28-07-2015