Chi sono i traditori seriali? I ricchi sono più infedeli

Due cuori e una capanna è un mito morto e sepolto o forse no. I soldi infatti favoriscono i tradimenti.

Se il tradimento andasse di pari passo con il reddito? Non è una banalità, né un’illusione. Purtroppo i soldi contano in amore e spesso non sono semplicemente un mezzo per realizzare i sogni più romantici. Secondo una statistica realizzata da Gleeden tra più 6.000 iscritti (tutti uomini), i più ricchi sono i più infedeli. La maggior parte ha infatti dichiarato di avere redditi superiori a 5mila euro al mese.

Non è tutto, perché la maggior parte degli intervistati (l'88%) ritiene, tra l'altro, che esista un reale legame tra il reddito e le avventure extraconiugali. Alcuni considerano l'infedeltà come un modo per evadere e rompere la monotonia del quotidiano e un lavoro molto faticoso (il 32%). Quasi un quarto (il 22%) pensa invece che siano i viaggi lavorativi molto frequenti la causa principale delle scappatelle fuori dalla vita di coppia. Per la serie, l’occasione fa l’uomo ladro… un luogo comune banalissimo che forse ha radici profonde.

C’è chi poi semplicemente non sa resiste al fascino femminile, mentre altri ritengono che la fiducia in se stessi sia aumentata grazie ad un buon posto di lavoro e stipendio; ben il 16% attribuisce la propria infedeltà a questo motivo. Solo il 12 percento non ha mai letto un legame tra amore e soldi. Solène Paillet, Responsabile della Comunicazione di Gleeden.com, ha commentato:

"Questo studio dimostra che potrebbe esserci un reale legame tra il reddito di una persona e i suoi tradimenti. Gleeden.com sembra essere uno strumento che gli uomini utilizzano per sfuggire da un quotidiano pesante e per ritagliarsi qualche istante di passione. Non è un caso, tra l'altro, che il 67% delle connessioni al nostro sito provenga dal posto di lavoro... c'è da credere che gli infedeli lavorino effettivamente davvero molto!".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail