Gluteoplastica con acido ialuronico, il lifting per modellare e rassodare il lato B

La gluteoplastica è un intervento di chirurgia estetico. Può essere meno invasivo grazie all’acido ialuronico.

African model butt

Arriva la bella stagione e l’attenzione si concentra sul corpo. È quasi matematico. Siamo un po’ tutti terrorizzati di mostrare le nostre forme rilassate in spiaggia. La prova bikini, insomma, spaventa. In molti decidono di ricorrere alle diete dell’ultimo momento, alla palestra e a qualche trattamento estetico. Tra i trattamenti chirurgici più richiesti c’è la gluteoplastica, una sorta di lifting che permette di rassodare il lato B.

La gluteoplastica può prevedere l’uso di protesi o di microinnesti di grasso del paziente stesso (lipofilling o lipostruttura). Quello più in voga per l’estate 2017 è con acido ialuronico, trattamento decisamente meno invasivo che permette di rassodare utilizzando materiale assolutamente naturale e facilmente iniettabile. Inoltre, non prevede una degenza, perché si fa in ambulatorio senza anestesia.

Il trattamento ha ovviamente una durata limitata nel tempo, infatti i risultati restano evidenti per poco più di un anno. La nota positiva è la possibilità di ripeterlo senza problemi una volta che l’acido ialuronico è stato riassorbito. Quando bisogna evitare? È sconsigliato se si ha la tendenza a sviluppare cheloidi o alle persone con patologie croniche della pelle, soprattutto in corrispondenza delle aree affette.

  • shares
  • Mail