Come organizzare le pulizie di casa quando si lavora

Non è facilissimo organizzare le pulizie di casa mentre si lavora: ecco qualche consiglio per fare in fretta e bene.

pulizie-primaverajpg

Come si possono organizzare le pulizie di casa quando si lavora? Non è facile mantenere una casa pulita e in ordine se si sta via gran parte della giornata e non si ha un aiuto domestico. Il consiglio numero uno è quello di utilizzare un planner, da stampare e magari da appendere sul frigorifero per segnare tutti i lavori da fare durante la settimana. Molte persone concentrano le pulizie nel weekend, con il risultato che dopo aver lavorato in ufficio, ci si trova a lavorare a casa.

Cercate di dividere le attività in queste quattro categorie:


  • tutti i giorni (fare il letto, pulire il piano cottura, disinfettare il bagno per esempio)
  • tutte le settimane (lavare i pavimenti, spolverare)
  • almeno una volta al mese (lavare i vetri, spostare i divani)
  • una volta ogni tanto (lavare le tende, ecc).

Le attività di routine sono quelle che richiedono poco tempo, ma che se fatte tutti i giorni fanno in modo che le pulizie settimanali siano più leggere e veloci. Il consiglio è quello di ritagliarvi 30 minuti la mattina per i bagni e il letto e ovviamente contrarvi sul piano cottura e il lavello, la sera dopo cena.

Una volta che queste tre cose rientrano nella routine diventeranno molto rapide da fare e probabilmente riuscirete anche ad aggiungere dell’altro. L’obiettivo è non concedere più di 2/3 ore al sabato per le pulizie generali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail