Stella di Natale: come farla rifiorire, manutenzione e innaffiatura

Ecco come prendersi cura della Stella di Natale in modo corretto.

Stella di Natale

La Stella di Natale, pianta nota anche con il nome di Poinsettia, rappresenta uno dei classici regali di Natale. In ogni casa, in questo periodo dell’anno, si trova quasi certamente almeno una di queste bellissime piante. Ma come fare a prendersene cura in modo corretto, per evitare che la nostra nuova pianta muoia entro poche settimane? A darci qualche consiglio utile per prendersi cura della Stella di Natale sono i creatori del progetto Stars for Europe, iniziativa europea a carattere divulgativo dedicata proprio a questa particolare pianta. Ad esempio, sapevate che la posizione in cui metterete la Stella di Natale ha molta importanza? E sapete già quanta acqua dovreste dare alla vostra pianta?

Scopriamo insieme qualche utile curiosità per prendersi cura correttamente della Poinsettia.


  • La posizione: la posizione ideale per la Poinsettia è un posto caldo e luminoso, che sia ben protetto dagli spifferi. La temperatura ideale della stanza dovrebbe essere tra i 15° e i 22°, e nei mesi invernali dovreste esporre la pianta al sole diretto (ad esempio posizionandola sul davanzale di una finestra esposta a sud). Prima di aprire la finestra per arieggiare la stanza, dovreste però spostare la pianta in un angolo protetto, poiché i soffi di vento freddo potrebbero provocare danni permanenti.

  • Come innaffiare la Stella di Natale? Questo tipo di pianta sopporta bene un po’ di secchezza, ma non tollera invece l’eccesso di acqua. Dovreste innaffiare la pianta ogni 2 o 3 giorni, ed eliminare l’acqua in eccesso dal piattino dopo non più di 15 minuti. Le Stelle di Natale non dovranno essere innaffiate fino a quando sarà presente dell’umidità nelle radici. L’acqua dovrà essere a temperatura ambiente, ma se la stanza è molto calda, o se la pianta è posizionata vicino a una fonte di calore, potreste doverla annaffiare tutti i giorni.

  • Nel caso delle Stelle di Natale di piccole dimensioni, queste andranno annaffiate più spesso. La Poinsettia mini andrà quindi innaffiata ogni giorno, perché ha una minima quantità di terra da utilizzare come serbatoio d'acqua.

  • Come dare l’acqua alla pianta? Esistono due modi adatti per innaffiare la Poinsettia, ovvero dall’alto oppure immergendola nell’acqua. Nel primo caso, l’acqua dovrà essere versata gradualmente, fino a quando le radici non saranno uniformemente umide, ma non inzuppate. Nel secondo caso, l’immersione dovrà avvenire circa una o due volte a settimana (a seconda della dimensione della pianta, della temperatura della stanza e dal posto in cui è posizionata). In questo caso dovrete immergere totalmente le radici nell’acqua a temperatura ambiente, e lasciare in questa posizione per pochi minuti. Per capire se la pianta sta assorbendo acqua, prestate attenzione alle bolle. Appena queste saranno sparite, potrete sollevare la Stella di Natale, far defluire l’acqua in eccesso e rimetterla al suo posto.

  • Come capire se abbiamo commesso qualche errore? Se le foglie cadono o si ingialliscono, vuol dire che abbiamo dato troppa acqua alla pianta. Lasciate quindi asciugare la superficie del terreno prima di annaffiarla un’altra volta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail