Cynthia Nixon si candida a governatrice di New York

Cynthia Nixon si candida a governatrice di New York, l'America è pronta a dare fiducia ad una donna?

Cynthia Nixon si candida a governatrice di New York

Le trentenni la conoscono come Miranda Hobbs, una delle quattro ragazze di Sex and the city, ma Cynthia Nixon è molto più di un’attrice di una serie televisiva. È una donna forte e coraggiosa, che non ha paura dei pregiudizi, e che oltre a dire che bisognerebbe cambiare le cose, ha deciso di metterci la faccia, di candidarsi a governatrice di New York, per poter fare la differenza e avere la possibilità di realizzare quello che sogna per i suoi figli.

Dalla fine della fortunata serie, la bella Miranda, ha rivoluzionato la sua vita: ha divorziato, ha cambiato orientato sessuale, si è sposata con una donna e ha avuto un altro figlio, il tutto continuando a lavorare ovviamente. Tramite il suo profilo su Twitter, Cynthia Nixon ha annunciato la sua candidatura per diventare la governatrice di New York. È iniziata quindi la sua campagna elettorale per le primarie democratiche di settembre, sarà in corsa per contro l’attuale governatore di New York, Andrew Cuomo, in carica dal 2010 e in corsa per il terzo mandato.


Cynthia Nixon ha spiegato:

“Amo New York. Non ho mai desiderato vivere altrove ma qualcosa deve cambiare. Sono una orgogliosa diplomata della scuola pubblica, così come una madre orgogliosa di mandare i suoi figli in un istituto statale. Mi sono state date opportunità da piccola che oggi ai bambini di New York non vengono concesse. I nostri politici ci stanno deludendo. Qualcosa deve cambiare. Vogliamo che il nostro governo funzioni di nuovo, riguardo la salute pubblica, la fine delle incarcerazioni di massa ma anche i treni guasti della metropolitana”.

Cynthia Nixon

Dopo la batosta di Donald Trump, e la mancata fiducia a Hillary Clinton come prima presidente donna, New York sarà pronta a votare Cynthia Nixon come prima governatrice donna e gay della storia?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail