Greta Thunberg ai leader del mondo: "Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia"

Il discorso di Greta Thunberg sul Climate Action Summit nell’Assemblea Generale dell’Onu.

Greta Thunberg

Greta Thunberg è stata invitata al Climate Action Summit nell’Assemblea Generale dell’Onu per parlare del suo impegno per salvare il pianeta e per sensibilizzare tutti su un tema importantissimo come quello dell’ambiente. Il discorso di Greta Thunberg lo aspettavamo tutti e la ragazza svedese non ha deluso ed anzi è stata molto incisiva nell’esprimere le sue idee e la sua profonda delusione per i politici.

All’Assemblea Generale dell’Onu, davanti ai leader del mondo, Greta Thunberg ha detto:

“Voi avete rubato i miei sogni e la mia infanzia, con le vostre parole vuote. La gente soffre. La gente muore. Interi ecosistemi stanno collassando. Siamo all’inizio di una estinzione di massa, e tutto ciò di cui potete discutere sono i soldi, e le favole di una eterna crescita economica. Come vi azzardate! Gli occhi delle future generazioni sono su di voi. Non vi lasceremo farla franca, il mondo si sta svegliando, e il cambiamento arriverà che vi piaccia o no. Tutto questo è sbagliato, io non dovrei essere qui, dovrei essere a scuola dall’altra parte dell’Oceano. Eppure voi vi rivolgete a noi giovani per avere speranza. Come osate? Noi ragazzi vi guardiamo. Se ci deluderete ancora, non vi perdoneremo mai”.

Greta Thunberg

Greta ha detto queste cose quasi in lacrime, era molto provata perché le sue non sono parole buttate al vento per accumulare consensi e voti, come accade con i politici, lei ci crede davvero ed è preoccupata. È assurdo come la questione climatica sia stata costantemente sottovalutata decennio dopo decennio, fino ad arrivare al punto di non ritorno.

Tutti noi dobbiamo iniziare sin da subito a ridurre il nostro impatto ambientale perché se tutti facciamo la nostra parte e iniziamo a consumare e a sprecare meno anche le industrie capiranno che devono produrre meno e farlo meglio. Sembrano discorsi utopistici ma i cambiamenti iniziano sempre dal basso e sta a noi cambiare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail