Monobi, con la collezione primavera estate 2015, prende vita da Beste, che con 20 anni di esperienza nella lavorazioni di prodotti per marchi di lusso, si è dimostrato un vero innovatore sia nella produzione dei tessuti che nell’abbigliamento.

Era però tempo, che Beste si addentrasse ancora di più nel mondo della ricerca e delle sperimentazioni, creando appunto la prima collezione estiva a marchio Monobi. L’obbiettivo che si era posto Beste per questa nuova collezione era, appunto, quello di trovare una sintesi tra i materiali tecnici, il design contemporaneo e capi iconici. Per fare questo hanno sovrapposto tra loro il concetto di bellezza ed eleganza con quello i performance e dunque di vestibilità.

La collezione, totalmente made in Italy, è composta da pezzi che contengono tocchi di artigianalità e dettagli che li distinguono dalla massa. Creati appositamente per l’uomo moderno e metropolitano che deve districarsi nella giungla cittadina, i capi Monobi sfruttano le incisioni, i tagli al laser, lavorazioni ultrasoniche e saldature termiche per rendersi unici.

La collezione rispecchia una cultura fortemente internazionale e uno stile di vita dinamico e attivo proprio dell’estate, stagione che come tutti sappiamo è caratterizzata dalla leggerezza, il divertimento e la libertà di movimento.

Leggerezza e pulizia riprese da quella che è la novità più interessante tra le innovazioni di Beste per Monobi. Parliamo dell’introduzione della cucitura ad ultrasuoni, che in molti casi va a sostituire la tradizionale cucitura, eliminando spessori inutili e creando volumi unici.

Sono 16 capispalla, che nelle intenzioni del designer, saranno senza tempo. Sono, infatti, ispirati ai modelli classici, con la tipica cura nei dettagli, nei tessuti e lavorazioni particolari che fanno di questi abiti degli indumenti indispensabili.

I materiali sono l’elemento, che al tatto da più di tutti, la prova della grande qualità del prodotto. La combinazione id materiali tessili, infatti, esprime al meglio la tradizione italian con l’uso di diverse fibre, sia naturali che sintetiche.

Difficile però dire, quale sia il capo principale della collezione: si passa da un Parka a tre strati in lino o in taffetà leggero per l’estate, al Mac che massimizza eleganza e funzionalità in una combo perfetta, a blazer e camicie tecniche, in una combinazione di caratteristiche e dettagli che rendono ognuno di questi capi unico.

La funzionalità, inoltre, è sottolinea dal fatto che ogni capo diventa non solo antivento, ma anche impermeabile all’acqua e con una perfetta traspirazione essenziale nei mesi caldi.

Insomma, Monobi conferma, dopo il suo debutto invernale, il suo alto livello con due principali caratteristiche: la funzionalità, con linee pulite e contemporanee e la qualità senza compromessi grazie ai materiali ed alla lavorazione, senza scordarsi di dare importanza ad un design moderno che incontri la vita moderna ed urbana con l’autentica artigianalità.

FOTO GALLERY

i capispalla Monobi per la ss 2015

i capispalla Monobi per la ss 2015

[blogo-gallery title=”Monobi, la collezione primavera estate 2015″ slug=”monobi-la-collezione-primavera-estate-2015″ id=”882403″ total_images=”0″ photo=”1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12,13,14,15,16,17,18,19,20,21,22,23,24,25,26,27,28,29,30,31,32″]

 

LEGGI ANCHE

Tendenze moda uomo primavera estate 2015: l’acquario di Plùs Que Ma Vìe, lo streetwear chic

Tendenze moda uomo primavera estate 2015: lo spirito dandy di Stella Jean

Tendenze moda uomo primavera estate 2015: l’omaggio allo stile di JF Kennedy di Roy Roger’s, le foto

Tendenze moda uomo primavera estate 2015: il viaggiatore di Pomandère, le foto

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 02-04-2015