Case per le bambole firmate da grandi designer all’asta per beneficenza

Le case per le bambole sono il sogno di ogni bambina, ma questi modelli sono da collezione, perché realizzati da grandi designer per una grande asta di beneficenza che si terrà a Londra il prossimo 11 novembre 2013.

Chi lo ha detto che le case delle bambole sono un’esclusiva dei bambini? A Londra il prossimo 11 novembre da Bonhams si terrà una particolare asta benefica a favore di un’associazione che aiuta i ragazzi in difficoltà: per l’associazione KIDS è stata ideata un progetto davvero curioso, intitolato A Doll’s House, al quale hanno aderito grandissimi nomi del design internazionale pronti a cimentarsi con case delle bambole davvero curiose e particolari.

Il progetto A Doll’s House è stato curato dal Cathedral Group e si ispira alla casa per le bambole che Edwin Lutyens nel 1922 disegnò per presentare il meglio che l’architettura e il design moderni potevano offrire. I designer si sono cimentati con progetti ideati appositamente per poter rendere più facile la vita dei bambini disabili, per stimolare i loro sensi, per coinvolgerli nell’apprendimento.

Tantissimi i designer che hanno partecipato al progetto, da Zaha Hadid a Fat Architecture, passando per Coffey Architecture e Adjaye Architects: i progettisti hanno ideato delle case per le bambole dal design davvero particolare e creativo, trasformando un classico gioco per bambini in pezzi unici da collezione, con prezzi davvero molto alti. Si parte da un minimo di 750 pounds fino ad un massimo di 9500, mentre il progetto più caro è la casa delle bambole di Zaha Hadid.

Le 20 case per le bambole che aderiscono al progetto saranno in mostra da Bonhams nelle giornate di domenica 10 novembre, dalle ore 11 alle ore 15, e lunedì 11 novembre, dalle ore 9 alle ore 15.

Via | Corriere