Cura dei capelli, per l’estate 2016 torna di moda il co-wash

Infilate in valigia solo il balsamo per lavare i capelli: la tecnica di co-wash può essere la soluzione migliore per coccolare le chiome.

Sembrava una tecnica superata, e invece nell’estate 2016 torna il co-wash. Che cos’è? È un modo per lavare i capelli senza shampoo, ma solo con l’utilizzo di un balsamo senza siliconi e magari con l’aggiunta di zucchero per ottenere un leggero effetto scrub sulla cute.

Tale trattamento in teoria dovrebbe rendete i capelli morbidi e lucenti ed è indicato per chi ha l’abitudine di lavarsi i capelli quotidianamente, magari, dopo la palestra, e in genere, quando la leggera quantità di tensioattivi contenuti nel balsamo fossero sufficienti a rendere pulita la chioma senza sottoporla allo stress di un prodotto più aggressivo come può essere appunto uno shampoo.

Diciamo pure che il co-wash è ideale per l’estate, soprattutto se fate vacanze al mare e avete assolutamente bisogno di lavare spesso i vostri capelli. Risulta un trattamento dolce ed efficace. Come regolarsi? Ovviamente non ha effetti collaterali, quindi se vi trovate bene potete tranquillamente estendere questo metodo anche in altre situazione (per esempio dopo la piscina).

Il consiglio: evitare shampoo e balsamo va bene, ma magari fate in modo che ogni tanto lo shampoo ci sia, soprattutto nella routine quotidiana. Perché mai? Per pulire meglio i capelli. Ricordiamo infine che la tecnica funziona bene su capelli normali, secchi, ricchi e crespi. Se li avete grassi, meglio tornare al lavaggio tradizionale.