Come fare i detersivi in casa con i prodotti che abbiamo in dispensa

Succede spesso di trovarsi a combattere con un fustino di detersivo quasi terminato e di non avere la possibilità immediata di andare a comprare un sostituto pieno. Ma a volte ci si rifiuta anche di utilizzare prodotti troppo aggressivi perché talvolta rovinano i pavimenti e i tessuti, oltre che essere molto inquinanti. In questi casi si può provare la strada del fai da te, creando in casa i detergenti per la pulizia, con i prodotti che sono presenti in dispensa.

Facciamo qualche esempio. Per la pulizia dei vetri solitamente non si contano i prodotti chimici che garantiscono l'effetto cristallo. Eppure utilizzare uno spruzzino, riempiendolo con del semplice aceto di vino bianco e detersivo per piatti, può dare risultati ottimali senza ricorrere ad altri detergenti liquidi. Basta mescolare un cucchiaio di detersivo con mezzo bicchiere di aceto e tre bicchieri d'acqua. Questo mix lava in modo accurato e garantisce un buon livello di igiene contro i batteri, con somma gioia di ambiente e portafogli.

E sempre l'aceto, mescolato al comune bicarbonato da cucina, si tramuta in un ottimo disinfettante che elimina gli odori dalle superfici. Soprattutto se si hanno animali in casa l'igiene deve essere doppia. Nelle zone dove mangiano o sostano si può pulire con un emulsione a base di questi due semplici prodotti, lasciar agire per qualche minuto e poi lavare via con il panno assorbente.

E ancora, se siamo affezionate al profumato sapone di marsiglia, non è affatto detto che dobbiamo esclusivamente utilizzare i detersivi per lavatrice confezionati che lo contengono. Possiamo creare il nostro utilizzando 500gr di sapone di marsiglia in scaglie, 200gr di bicarbonato di sodio e poche gocce di oli essenziali. Basta mescolare le scaglie con il bicarbonato e aggiungere una ventina di gocce di olio essenziale della fragranza scelta. Avremo così un ottimo detersivo in polvere che pulisce a fondo e igienizza i capi.

Per la cura dei mobili, al posto delle cere chimiche esistenti in commercio, possiamo combinare eguali parti di olio d'oliva, aceto bianco e succo di limone. L'aceto, come già detto, ha un ottimo potere pulente e disinfettante che viene potenziato dall'acido del limone, mentre l'olio d'oliva nutre il legno e lo fa risplendere. La soluzione va mescolata in una bottiglia e poi utilizzata per mezzo di un panno morbido. Mai spruzzarla direttamente sui mobili per non rischiare di scolorirli.

Infine, per scrostare il calcare dalla rubinetteria di cucina e bagno possiamo affidarci con tranquillità al succo di limone. Il telefono della doccia ha i buchini ostruiti dal calcio? Immergiamo la parte da trattare in una soluzione di acqua distillata e limone e lasciamo agire per una mezz'ora. In questo modo sarà più facile far fluire l'acqua o, in caso di calcare ostinato, aiutarsi con uno spillo per eliminare i "sassolini" che bloccano il passaggio. E sempre il succo di limone è anche un buon sciogli macchia: da usare a caldo su quelle di ruggine e a freddo su quelle di frutta.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail