Tra le varie incertezze della vita, c’è una cosa che dovrebbe essere l’unica sicurezza (si fa per dire): l’abito da sposa e il fatto che andrebbe indossato una volta sola nella proprio esistenza. E dopo il matrimonio cosa succede al vestito? Andrebbe assolutamente riposto nell’armadio e conservato nel modo migliore anche se qualcuno preferisce magari venderlo, prestarlo o metterlo da parte nella speranza che la figlia lo usi a suo tempo.

Ma allo come conservare l’abito da sposa nel modo corretto dopo il matrimonio? Noi di Pinkblog vogliamo darvi qualche dritta in tal senso.

Come conservare l’abito da sposa nel modo giusto

Care amiche, eccoci a vedere qualche dritta sul come conservare l’abito da sposa nel modo giusto dopo il matrimonio. Non si tratta solo di prendere il vostro vestito e conservarlo con cura ma bisogna seguire alcuni passaggi importanti.

  • Mandatelo in tintoria. Lo strascico potrebbe essere sporco e comunque tra trucco e sudore avranno lasciato dei segni. Non provate mai e poi mai a fare da sole.
  • L’abito va poi inserito in una custodia in tessuto e andrebbe appeso nell’armadio di casa, perché le soffitte e le cantine sono umide. Non avete posto? In questo caso o chiedete a mamma di metterlo in un luogo asciutto, come l’armadio della vostra cameretta, oppure potreste metterlo in cantina in un armadio stagno.
  • Per evitare l’ingiallimento, avvolgetelo in un panno bianco di grandi dimensioni (lo protegge dalla luce) ed evitate i profumi che possono tingere il tessuto.
  • Una volta l’anno va messo all’aria.
  • Mi raccomando fate poi in modo che l’abito sia appeso su una gruccia apposita.
  • Gli accessori conservateli in apposite scatole, che siano ben chiuse così che non filtri la polvere.

Seguendo questi piccolo accorgimenti, allora, non solo potreste avere un abito da sposa sempre “fresco” e pulito ma potete sperare anche di vederlo indossato da vostra figlia o vostra nipote. Chissà…

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 01-09-2022