Chi non ricorda Susanna tutta panna, la protagonista dei mitici spot del Carosello per pubblicizzare il formaggino Milione della Invernizzi? La tenera e bionda bambina ebbe un tale successo che nel 1968 si pensò di produrre un formaggino dalla confezione circolare chiamandolo proprio “Susanna”. Da lì vennero prodotti gadget e pupazzi gonfiabili che si riuscivano ad avere grazie ad una raccolta punti.

Oggi in seguito alla chiusura dell’ex stabilimento Invernizzi in Versilia i pupazzi e i gadget di Susanna sono molto richiesti sui siti di vendita e di aste online come Ebay. Tutto ha inizio quando lo scorso dicembre iniziano a regalare i giocattoli gonfiabili svutando i magazzini, e Augusta impiegata nello stabilimento caravaggino racconta così:

“Ci hanno detto che volevano svuotare i magazzini l’abbiamo preso come un gesto carino. Adesso, considerata la situazione, siamo turbati”.

Chi non ricorda la bimbetta che al di là dello schermo che si rivolgeva ai piccoli telespettatori così?

“…sono Susanna…Susanna Tuttapanna! Qui alla Rai Tv mi chiamano tutti così perché vado matta per il formaggino Milione alla panna, il fior fiore dei formaggini! Pitupitum – pa!”

L’idea di Susanna come delle mucca Carolina (che vedete nello spot al top), altro simpatico personaggio, non nascono grazie ad agenzie pubblicitarie ma all’estro dei fratelli Remo e Romeo Invernizzi che per pubblicizzare i prodotti decisero di fare tutto in famiglia, e l’idea fu vincente.

Per i fan del personaggino segnalo che il prezzo della bambola gonfiabile è vario su siti ebay, subito o kijiji. La versione gonfiabile va dai 50 ai 150 euro secondo il modello: non mancano stickers e figurine e perfino i punti raccolta originali in carta anni 60 a 10 euro l’uno. Non resta che accaparrarsi qualche chicca.

[Via Corriere]
[Foto Susanna Tutta Panna]

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Bambini Leggi tutto