Home Staging: l’arte di migliorare l’immobile in vendita con il restyling

Di che cosa si tratta, come funziona e chi può farlo: tutto quello che c’è da sapere sul restyling atto a migliorare la vendita di un immobile

Cos’è

L’home staging è l’arte di preparare l’immobile in vista di una vendita, effettuando una serie di piccole migliorie e variazioni, con costi molto contenuti. Le variazioni possono essere applicate solo all’arredamento o interessare anche la parte strutturale dell’immobile (casi più rari).

Quando si fa?

Quando risulta problematico vendere un immobile, senza problematiche evidenti di tipo strutturale e/o amministrativo e può essere effettuato in appartamenti abitati e non. Se gli interventi non implicano variazioni strutturali o impiantistiche o comunque le pareti esterne, non vi è alcun permesso da richiedere. E’ possibile farlo in tempi mediamente brevi e nel frattempo gli ambienti rimangono abitabili.

Come si fa?

Prima di tutto è il caso di far valutare l’immobile da un esperto del settore immobiliare, e da un architetto o arredatore, per valutare quali e quanti siano gli interventi da effettuare: lievi (aggiunta o rimozione di elementi d’arredo), modesti (tinteggiatura di mobili e/o pareti), consistenti (sostituzione pavimenti/rivestimenti e variazioni delle pareti interne). A volte basta sostituire dei cuscini al divano, eliminare qualche arredo di troppo e rinfrescare le pareti, per ottenere risultati davvero notevoli. Lo scopo è quello di dare al possibile acquirente un’idea di come sarà quel determinato immobile una volta arredato (abitazioni non abitate) e allo stesso tempo lasciargli la possibilità di valutare se i propri mobili entreranno in una determinata stanza (abitazioni abitate). Nel primo caso si andranno ad aggiungere, nel secondo a togliere, piccoli elementi.

Home Staging

Quali sono i tempi?

I tempi variano in base all’entità degli interventi da effettuare, da un minimo di 1 settimana per interventi lievi ad un massimo di 3 mesi per quelli più consistenti.

Chi può farlo?

Un architetto, un arredatore o un designer di interni, sono preferibili ad altri, in quanto per professione hanno a che fare con lo spazio e le sue trasformazioni. Sono in grado, inoltre, di cogliere subito pregi e difetti dell’immobile e trovare soluzioni appropriate in poco tempo.

Quanto costa?

I prezzi variano in base agli interventi e alle maestranze coinvolte. Per azioni lievi, nella maggior parte dei casi è quasi a costo zero perché si utilizzano risorse già in possesso del proprietario di casa, per casi più complessi bisognerà considerare la parcella del professionista e i costi dei lavori.

Foto | Pinterest by Frattali

Home Staging

I Video di Pinkblog