Qual è il significato di “Ballo Ballo” di Raffaella Carrà? Una delle canzone più iconiche dell’indimenticabile showgirl.

Nel panorama della musica italiana, alcuni singoli riescono a trascendere il tempo, diventando veri e propri simboli generazionali. Un esempio lampante è “Ballo ballo“, 21esimo singolo di Raffaella Carrà, pubblicato nel novembre del 1982. Questo brano ha segnato un’epoca, confermando ancora una volta il talento e la carismatica presenza scenica della Carrà nel panorama musicale e televisivo italiano e non solo.

La canzone si distingue per essere stata la sigla iniziale della terza edizione di Fantastico, un popolare show del sabato sera che segnò il ritorno della Carrà in Italia dopo anni di tour internazionali. Il successo fu immediato e travolgente, portando il singolo a raggiungere la terza posizione nella classifica settimanale all’inizio del 1983 e a chiudere l’anno come il 19esimo 45 giri più venduto.

“Ballo Ballo”: il significato della canzone

“Ballo Ballo” può essere interpretata come un inno alla danza, un’arte che esercita un potere liberatorio su chiunque riesca a lasciarsi andare al ritmo della musica. Per Raffaella Carrà ballare non è una semplice attività fisica, ma un vero e proprio viaggio emotivo, una terapia per l’anima che desidera liberarsi dalle catene del quotidiano.

ballo, ballo, ballo
senza respiro
ballo, ballo, ballo
m’invento un passo

Danzare non significa semplicemente seguire una coreografia, ma può diventare un mezzo per esprimere sé stessi e le proprie emozioni. Il vero ballerino è quello capace di entrare in sintonia con la musica e di utilizzarla per sprigionare tutta la propria creatività inventando nuovi passi di danza.

mi vorrei un istante
riposare
per un po’
e poi subito ricominciare

L’amore per il ballo è talmente forte che, nonostante la stanchezza, a prevalere è sempre il desiderio di non fermarsi e continuare a seguire il ritmo scatenato della musica.

Ecco il video di “Ballo Ballo“:

“Ballo ballo”: il testo della canzone

Io, so qui
con un pizzico di nostalgia
che magia
e mi sento ancora a casa mia

Continua per il testo integrale

Riproduzione riservata © 2024 - PB

feed

ultimo aggiornamento: 17-06-2024