Come capire se sto vivendo una relazione tossica?

Come riconoscere una relazione tossica? Ecco i campanelli d’allarme che non devi mai sottovalutare

Quella che sto vivendo è una relazione tossica? Rispondere a una domanda del genere non è semplice, soprattutto se in questo momento stai vivendo un rapporto potenzialmente nocivo o se sei vittima di violenza psicologica o anche fisica. Prendere consapevolezza del tipo di relazione che si sta vivendo è forse il passo più importante, quello che potrebbe cambiare l’intero corso della tua vita.

Potresti rimanere per anni insieme a una persona che ti fa del male psicologicamente e fisicamente, e non rendertene conto. Potresti minimizzare i problemi, potresti credere di meritare determinati comportamenti, determinati attacchi o insulti, potresti credere che nessuno, a parte il tuo partner, potrebbe mai voler stare con una persona “come te“. A causa di queste convinzioni, potresti quindi gettare anni della tua vita insieme a una persona che non merita il tuo amore.

Quando si vive un rapporto di questo tipo, riuscire ad aprire gli occhi e vedere la situazione con lucidità non è semplice. Per questo motivo, in questo articolo vogliamo esaminare insieme a te alcuni dei segnali che indicano che stai vivendo una relazione tossica. Elimina ogni giustificazione e ogni senso di colpa, e analizza con occhi aperti il tuo rapporto alla luce di quanto leggerai.

Relazione tossica: 5 segnali da non sottovalutare

Attraversare quel sottile confine che separa una relazione sana da una relazione malsana certe volte è spaventosamente semplice. Talvolta può essere difficile riuscire a riconoscere i segni di una relazione tossica. Sebbene questi possano apparire ovvi alle persone esterne alla coppia, spesso sono proprio i due partner a non rendersi conto che la loro relazione non è sana.

Vediamo quindi quali sono i campanelli d’allarme che non devi mai ignorare.

  1. Mancanza di fiducia: non nascondere la mancanza di fiducia del tuo partner nei tuoi confronti come una “genuina gelosia”. Il partner è una persona sulla quale dovresti poter fare affidamento, una persona che ti apprezza, ti sostiene e che dovrebbe fidarsi di te.
  2. Sminuire: uno dei più importanti campanelli d’allarme, e anche uno dei più difficili da riconoscere, si verifica quando il partner cerca di manipolarti e di farti credere che nessun altro potrebbe mai apprezzarti a causa dei tuoi “difetti”. Non credere a queste parole e ricorda sempre che tu vai bene come sei.
  3. Comunicazione aggressiva: non si tratta solo di urla e insulti, ma anche di sottili accuse, di silenzi infiniti, di mancanza di ascolto. Una comunicazione aggressiva la riconosci probabilmente dalla sensazione negativa che ti lascia ogni volta che se ne presenza l’occasione.
  4. Controllo: un partner che vuole avere il pieno controllo su cosa fai, con chi esci, con chi parli al telefono, cosa leggi, come spendi i soldi, come ti vesti e cosa dici, è un partner tossico che sta cercando di avere il pieno controllo sulla tua persona.
  5. Frequenti bugie: non dimenticare che un partner che mente è una persona che non ti rispetta. Non esistono giustificazioni per questo comportamento.

Questi sono solo alcuni dei segnali che indicano che una relazione è abusiva. Probabilmente nel corso della tua vita avrai parlato più e più volte con le amiche, avrai cercato di capire se anche il loro rapporto è costellato di litigi, mancanze di rispetto e rancori sopiti pronti a scoppiare alla prima occasione.

La sensazione di malessere che provi in questo momento non deve durare per sempre. “Oggi” potrebbe essere il giorno in cui la tua vita cambierà, purché tu lo voglia e purché tu abbia il coraggio di cambiarla davvero.