Il Covid spaventa ancora il Mondo. Il coronavirus arriva con la nuova variante Kraken che potrebbe avere ampia diffusione.

Ancora paura per il Covid. Il coronavirus spaventa l’Europa e il Mondo con la nuova variante Kraken. Il nome ufficiale è XBB.1.5 ed è entrata a far parte della già numerosa famiglia di Omicron. Deriva da una mutazione della prima sottovariante di Omicron XBB e a preoccupare è la doppia mutazione che la rende più trasmissibile della sua parente più stretta.

Coronavirus, la variante Kraken: cosa bisogna sapere

coronavirus
coronavirus

Come anticipato sono giorni di preoccupazione anche per la massima diffusione della nuova variante del coronavirus detta Kraken. Tale espansione si sta registrando da qualche settimana in Cina, dove sono stati riattivati tutti i protocolli sanitari della prima ondata di Covid. Lo stesso vale per gli USA, come riportato dai Centres for Disease and Prevention (CDC), che effettuano costanti monitoraggi. Pare, infatti, che i contagi di Covid-19 siano praticamente raddoppiati nell’ultima settimana e oltre il 40% si riferisce proprio alla nuova variante.

Anche l’Europa è palesemente preoccupata per la situazione. Kraken deriva da una mutazione della prima sottovariante di Omicron XBB, nota come Gryphon (un ricombinante delle varianti BA.2.10.1 e BA.2.75). A preoccupare è la doppia mutazione acquisita da XBB.1.5 che, come rileva una ricerca coordinata dall’Università di Pechino, la rende più trasmissibile della sua parente più stretta, XBB.1. Proprio questa caratteristica permetterebbe a XBB.1.5 di agganciarsi al modo più efficiente al recettore Ace2, la porta d’ingresso del virus sulle cellule umane, e a sfuggire agli anticorpi

Ma quali sono i sintomi?

I sintomi provocati da contagio da Kraken sono grossomodo gli stessi di influenza e altre varianti Covid:

  • mal di gola;
  • tosse;
  • stanchezza e spossatezza;
  • dolori articolari e muscolari diffusi.

Ad ogni modo sembra che i vaccini siano in grado di continuare a proteggere dai sintomi gravi, le ospedalizzazioni e la morte.

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 09-01-2023