Dieta del riso di Kempner: come funziona e le varianti

Un regime alimentare genuino per perdere peso e depurare l’organismo. Tutto quello che bisogna sapere sulla dieta del riso di Kempner.

di amedda

L’estate è iniziata e volete cercare un modo per mettervi in forma o state pensando di farlo per i prossimi mesi? Allora uno dei modi migliori per perdere qualche chilo di troppo è seguire un regime alimentare corretto che possa essere giusto per tempistiche e peso da perdere. In questo caso vogliamo porre l’attenzione sulla dieta del riso ideata da Kempner. Se non ne avete mai sentito parlare, noi di Pinkblog vi illustreremo, a grandi linee, come funziona e quali sono alcune delle sue varianti.

Dieta del riso di Kempner: come funziona

Se siete alla ricerca di una dieta che possa dare dei risultati in poco tempo e in sicurezza, molto probabilmente la dieta del riso ideata da Kempner fa al caso vostro. Il riso in sé è un cereale che si presta a tantissime ricette e preparazioni e ha davvero molti vantaggi tra cui l’essere facilmente digeribile e poco calorico.

Questo regime alimentare, come detto, è stato ideato dal medico tedesco Walter Kempner che cercava un regime alimentare adatto ai pazienti diabetici, ipertesi e obesi. Tale dieta dispone di diverse varianti, ma in particolare due: una strutturata in due fasi e l’altra dei “nove giorni” (che in realtà saranno 12), anche se in realtà esistono pure altre tipologie con differente durata.

Per quanto concerne la dieta del riso con le due fasi si può parlare di disintossicazione, in cui si assumono solo 800 calorie al giorno e successivamente di alternanza di cibi. Nella prima fase del regime alimentare, che dura massimo due settimane, è concesso mangiare solo riso bollito condito con un filo d’olio extravergine d’oliva, verdura e frutta ma queste ultime due con moderazione. In queste due settimane (massimo) si vedranno i maggiori risultati tra peso e forma.

Con la seconda fase, si assumeranno, invece, circa 1200 calorie al giorno. Nella propria alimentazione verranno aggiunti al riso legumi, pollo, pesce, formaggi magri, verdure cotte e crude, frutta fresca e secca e altri cereali. Si tratta, come anticipato, di una fase in cui si alternano più alimenti. Si può alternare anche lo stesso riso: al suo posto potrebbero esserci la quinoa oppure il farro.

Per quanto riguarda la dieta dei “nove giorni“, parliamo di una molto più rigida ed “estrema che, in realtà, dura 12 giorni. Saranno, infatti, nove giorni di dieta pura e tre di detox. Questa dieta del riso è strutturata in primi tre giorni di disintossicazione in cui è concesso mangiare solo riso e altri prodotti dietetici a base di riso, come le gallette. Nei successivi nove giorni, vengono aggiunte proteine magre, come pollo e ricotta, frutta e verdura. Anche in questo caso, il riso può essere sostituito o alternato con altri cereali simili.

Esistono poi ulteriori varianti che vedono il riso essere accompagnato dal pollo e dal tonno ma anche quella in cui viene utilizzato il riso integrale.

Altri cibi concessi nella dieta del riso

Nella dieta del riso di Kempner, oltre a mangiare riso tutti i giorni, esistono ovviamente anche degli alimenti permessi. Parliamo dunque di verdure, cereali e pseudocereali (miglio, quinoa, grano saraceno, amaranto), legumi, formaggi magri, pesce magro, pollo e olio d’oliva. Per di più, il riso viene anche inserito in altre sue forme, come ad esempio yogurt o gallette. Vietati gli altri oli vegetali, il burro e i grassi vari. Stesso discorso per lo zucchero, i dolci, le bevande gassate e gli alcolici.

Importante ricordarsi di bere anche almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno. Ricordiamo comunque che è bene, prima di seguire una qualsiasi dieta, rivolgersi ad uno specialista che sappia indicarvi esattamente un piano ad hoc da seguire.