Due figlie e altri animali feroci, il graphic novel di Leo Ortolani

Graphic novel consigliato che parla di un tematica importante, le adozioni internazionali: Due figlie e altri animali feroci di Leo Ortolani.

Un graphic novel assai consigliato: stiamo parlando di Due figlie e altri animali feroci di Leo Ortolani. Il papà di Rat-Man, infatti, ha realizzato numerose altre opere. Fra di esse spicca proprio Due figlie. Con la consueta ironia, Leo Ortolani ci parla di una tematica molto importante, quella delle adozioni internazionali. Due figlie e altri animali feroci è un graphic novel con copertina rigida, scritto e disegnato da Leo Ortolani. Edito da Bao Publishing (che si occupa anche di pubblicare le opere di Zerocalcare), il volume è lungo 192 pagine.

Storia e caratteristiche del graphic novel di Leo Ortolani

Due figlie di Leo Ortolani

Due figlie e altri animali feroci. Diario di un’adozione internazionale: questo è il titolo originale dell’opera pubblicata nel settembre 2011 da Sperling & Kupfer. Questa prima edizione è purtroppo andata ormai fuori catalogo. Tuttavia non temete: nell’aprile 2019 è uscita la nuova edizione di Bao Publishing con cinquanta nuove pagine e vignette inedite.

Trama

Questo graphic novel racconta la storia di come Leo Ortolani e la moglie Caterina abbiano fatto ad adottare due bambine. Si parte con un prologo dove viene descritto l’iter della procedura, per proseguire poi con le lettere che Leo scriveva a famigliari e amici mentre si trovava in Colombia insieme alla moglie per mandare avanti l’adozione.

Nelle lettere trovano spazio l’incontro con le due bimbe, Johanna e Lucy Maria e tutte le difficoltà incontrate in quei due mesi passati in Sud America, nel periodo che va fra febbraio e il 1 aprile 2020. Il volume si conclude con un epilogo dove l’autore parla dello stato d’animo dei neo genitori appena tornati in Italia.

Storia editoriale

Questo volume ha una storia editoriale particolare. In origine Ortolani non voleva pubblicare un libro. Quando si trovava in Colombia si limitava a scrivere delle e-mail a parenti e amici ogni 2 giorni, semplicemente per raccontargli come stessero andando le cose. Ortolani voleva avere un ricordo scritto di quel periodo in modo che in futuro le piccole Johanna e Lucy Mary potessero leggere la storia della loro adozione.

Tutto ciò fino a quando, però, non si intromise Andrea Piazzi, amico e editor di Ortolani: secondo Piazzi, infatti, quei resoconti avevano un potenziale per essere pubblicati, essendo assai utili anche per tutti coloro che erano interessati alle adozioni internazionali. Da quel momento Ortolani fece maggior attenzione a ciò che scriveva, facendo controllare alla moglie Caterina tutto quello che scriveva sull’argomento, prima che fosse pubblicato.

Tornando in Italia, Elisabetta Aliberi di Sperling & Kupfer fu d’accordo con l’idea di Piazzi: quelle lettere andavano pubblicate. Così Ortolani aggiunse un prologo e un epilogo. Inoltre disegnò 24 vignette da abbinare ai diversi capitoli ed ecco che il 20 settembre 2011 il volume vide la luce. Una curiosità: alcune copie stampate nel 2011 erano difettose, fu così necessaria una ristampa.

Il volume, nel frattempo, è andato in esaurimento, ma nel 2019, questa volta per Bao Publishing, è uscita una nuova ristampa, con nuove vignette. E con il titolo accorciato: questa edizione, infatti, si intitola semplicemente Due figlie e altri animali feroci.

Dove trovare Due figlie e altri animali feroci?

Puoi trovare in vendita Due figlie e altri animali feroci di Leo Ortolani in libreria, in fumetteria e nei principali store online, incluso Amazon. Il prezzo da listino è di 18 euro, ma non è infrequente trovare sconti e promozioni (per cui non vi stupite se il costo sarà leggermente diverso rispetto a quello indicato).

HP Lovecraft – Colui che scriveva nelle tenebre, il graphic novel

Foto | Screenshot da Amazon