Il “Genio Futurista”, l’opera di Giacomo Balla appartenente alla Collezione Laura Biagiotti, è stato offerto dall’imprenditrice ad Expo Milano 2015 e a tutti i visitatori di Palazzo Italia, dove il quadro sarà in esposizione.

Opera fondamentale dell’artista, “Genio Futurista” sarà esposta nelle sale di rappresentanza di Palazzo Italia fino al 31 ottobre 2015, dove Laura e Lavinia Biagiotti hanno partecipato alla cerimonia d’inaugurazione lo scorso venerdì 1 maggio alla presenza delle massime Autotrità Istituzionali.

“Genio Futurista”, dunque, torna ancora una volta ad un’Esposizione Universale dopo 90 anni. La più grande opera mai realizzata da Balla, infatti, è stata ritenuta sia dalla critica che dall’artista stesso, l’opera cardine della sua presenza all’Esposizione di Parigi del 1925: presenza altamente simbolica per l’origine e gli sviluppi dell’Art Déco.

L’opera fa parte dell’importante raccolta di Giacomo Balla collezionata dalla stilista Laura Biagiotti che nel 1996 ha dato vita assieme alla famiglia alla Fondazione Biagiotti Cigna in memoria del marito, Gianni Cigna, prematuramente scomparso. La raccolta è nata da una grande passione per l’arte e riunisce oltre duecento lavori dell’artista, di cui uno dei nuclei principali è costituito dagli studi realizzati da Balla per la moda e rappresenta il maggiore e più importante insieme di arte applicata futurista che esista; l’intera collezione è stata presentata nel 1996 a Mosca nel Museo Puskin e nel 1998 a Roma presso il Chiostro del Bramante. L’arazzo “Genio Futurista” è stato esposto all’Ara Pacis a Roma nel 2009.

Per l’occasione Laura Biagiotti ha affermato: “In questo mio percorso di entusiasta collezionista, in occasione dello straordinario evento dell’Expo Milano 2015, ho pensato che il “Genio Futurista” dipinto da Giacomo Balla nel 1925 per l’Expo di Parigi, potesse di nuovo, dopo 90 anni, illuminare con il suo prisma tricolore di luci, l’operosità e il ben fare italiano. Con la mia amica Diana Bracco, icona dell’imprenditoria del nostro Paese, che ringrazio per questa condivisione di intenti, esponendo l’arazzo di Balla a Palazzo Italia, abbiamo convenuto di aggiungere un appassionato contributo al messaggio intangibile di “nutrire” il pianeta, anche attraverso il cibo interiore che dona l’arte. Il prestito del “Genio Futurista” di Giacomo Balla a Palazzo Italia, rappresenta per me un’occasione per condividere con la immensa platea di Expo 2015 – Milano, la fruizione di un capolavoro del grande maestro futurista. Il “Genio” ritorna ad illuminare con la sua esplosione di italianità ed energia, l’evento mediatico più significativo di questo quarto di secolo del Terzo Millennio. “Nutrire il pianeta, rispettando la natura”, così come nella completezza della persona esiste una doppia dignità da conservare e promuovere: accesso al cibo e nutrimento dello spirito con quella speciale forza che solo la grande arte può donare. Ecco il perché del Genio Futurista di Giacomo Balla, nella sala delle Delegazioni a Palazzo Italia dal 1 maggio al 31 ottobre, un appuntamento da non mancare!”

Laura e Lavinia Biagiotti con l

Laura e Lavinia Biagiotti con l’opera di Balla alla cerimonia di inaugurazione

[blogo-gallery title=”Expo Milano 2015: Genio Futurista di Giacomo Balla della collezione di Laura Biagiotti in esposizione al Padiglione Italia” slug=”expo-milano-2015-genio-futurista-di-giacomo-balla-della-collezione-di-laura-biagiotti-in-esposizione-al-padiglione-italia” id=”890538″ total_images=”0″ photo=”1,2,3″]

credits image by Press Office Laura Biagiotti (photo by Nick Zonna)

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 17-05-2015