L’acne è un problema che colpisce molte adolescenti, ma non solo. Anche persone più grandi soffrono ancora di questo disturbo e lo sa bene Giulia De Lellis che proprio nelle ultime settimane ha fatto parlare di sé proprio a causa dei suoi brufoli. Alla Mostra del Cinema di Venezia l’influencer si è presentata sul red carpet, mostrando la sua pelle senza make up, quindi con acne ben in vista. “Nessuno mi ha costretta ad andare a Venezia e mettermi a nudo in una situazione del genere, è stata una mia scelta e ne vado molto fiera”, ha dichiarato successivamente.

In molti hanno apprezzato il suo messaggio di “skin e body positivity”, tuttavia non sono mancati gli hater. In particolare la De Lellis ha deciso di rispondere ad un utente che l’ha accusata duramente: “Sei skin positivity e ti metti lo stucco sopra le bolle, evidentemente tanto positivity non lo sei visto che hai caricato foto di Venezia ultra photoshoppate sul viso. Facile parlare così quando i filtri nella realtà non esistono”.

Giulia De Lellis: le beauty insicurezze

Spesso Giulia si mostra sui social e in tv con il trucco e nascondendo i suoi difetti, ma questo è causato dalla sua insicurezza e dalle sue paure: “Come ho già detto, che sia chiaro. Anche io ho le mie insicurezze e mostrarmi in pubblico con un ‘problema’ estetico non è comunque facile”, ha scritto in una Storia su Instagram.

Ma non è finita qui, infatti l’ex protagonista di Uomini e Donne è tornata a parlare di questa antiestetica patologia anche recentemente con dei messaggi su Instagram. Ogni cura per lei sembra fallire, eppure cerca ogni giorno una soluzione adatta per la sua pelle: “Questa mattina mi sono svegliata peggio del solito […]Oggi però faccio fatica a guardarmi allo specchio così. E allora non mi trucco. Non mi guardo. Ed esco di casa ben vestita e profumata. Se la nostra pelle non è il nostro punto di forza valorizzeremo altro”.

Ricordiamo che l’acne è quasi sempre di origine ormonale e consiste nell’eruzione di brufoli arrossati pieni di pus infetto a causa di una ipersensibilità delle ghiandole sebacee al testosterone (ormone androgeno che viene secreto dalle ghiandole surrenali e dalle ovaie in minime quantità anche nelle donne).

L’uso della pillola anticoncezionale rappresenta una buona soluzione, tuttavia  ricordiamo che ci sono delle controindicazioni nell’utilizzo della pillola, perciò è bene consultare il proprio medico per fare degli accertamenti. Esistono però delle cure topiche tra cui le creme a base di cortisone per spegnere questa infiammazione, anche se è sempre meglio utilizzare delle pomate fai da te e rivolgersi ad un dermatologo specializzato.

Sicuramente per la cura dell’acne è molto importante anche l’alimentazione che si segue: il primo consiglio è quello di mangiare in grandi quantità frutta e verdura ricchi di vitamine, inoltre altri alimenti come il pesce, le mandorle, le noci ed i semi. Scontato dirlo, ma repetita iuvant, di bere almeno due litri di acqua al giorno e the verde che aiuta a depurare l’organismo. Banditi dalla tavola cibi grassi e fritti, preferendo sempre l’olio extravergine d’oliva.

In conclusione consigliamo dei trattamenti naturali, come delle maschere al miele e alla cannella che possono uccidere i batteri e allo stesso tempo rendere la pelle più liscia e luminosa. Auguriamo a Giulia De Lellis di trovare la cura più adatta per la propria pelle!

 

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Bellezza Leggi tutto