I migliori font per tatuaggi

I migliori font per tatuaggi: ecco come sceglierli se abbiamo deciso di farci disegnare sulla pelle una scritta.

Quali sono i font per tatuaggi che vengono usati maggiormente? E quali sono quelli migliori per realizzare sul nostro corpo scritte perfettamente leggibili, ma anche esteticamente affascinanti? Forse non hai mai pensato a questo dettaglio, ma quando decidi per un tattoo che riporta un pensiero profondo, scritto di tuo pugno oppure preso in prestito da qualche autore famoso, sarebbe bene scegliere la tipologia di carattere ideale per quel tipo di progetto artistico.

Si fa presto a dire font. Ce ne sono tantissimi e sarebbe sempre bene parlarne prima con l’artista tatuatore. Potreste trovare insieme la soluzione giusta per un tatuaggio assolutamente perfetto. Anche per questo motivo è sempre bene visionare con cura la bozza del tattoo. Così da capire, anche immaginandosela nella zona del corpo scelta per quel disegno, se la scritta, il font e i colori scelti sono all’altezza delle tue aspettative.

Ricordati sempre che un tatuaggio è come un diamante: è praticamente per sempre. Non bisognerebbe prenderli troppo alla leggera visto che, in linea di massima, dovrebbero accompagnarci per il resto della nostra vita. Certo, per i pentiti del tattoo c’è la rimozione laser. Ma l’effetto non è così bello come ci si potrebbe aspettare: non è un colpo di spugna o il passaggio di una gomma sopra il segno lasciato dalla matita. Qualche traccia del vecchio tattoo potrebbe sempre rimanere.

Frasi sui tatuaggi, le più belle da dedicare a chi ama i tattoo

font per tatuaggi

Quali sono i font perfetti per i tatuaggi

Trovare il carattere migliore con cui scrivere la frase pensata per il tatuaggio è fondamentale. Le possibilità sono praticamente infinite. Mentre i tattoo con scritte vanno per la maggiore, potrebbe non essere semplice trovare lo stile giusto per rappresentare quello che quel disegno dovrebbe rappresentare. Anche il font è importante per rendere un tatuaggio assolutamente perfetto, non dobbiamo mai dimenticarlo.

Le considerazioni da fare sono molte:

  • Lo stile calligrafico migliore per la frase scelta?
  • I gusti di chi porterà per sempre quel tatuaggio sulla pelle.
  • I consigli e la bravura del tatuatore con le scritte: potrebbe non essere esperto di ogni font.
  • La resa che il carattere scelto avrà sulla zona del corpo scelta.

Per chi ama uno stile classico e tradizionale, un po’ vintage, gli stili calligrafici (scritte in corsivo, come si faceva alle elementari) e antichi (come i caratteri gotici) possono essere la scelta giusta. Per chi ama, invece, l’arte moderna perché non provare con un tatuaggio a tema graffiti? Ci sono anche font semplici da usare nel caso in cui il tattoo sia piccolo o no si voglia dare troppa enfasi a come è scritta la frase, ma alle parole. E perché non usare i font della tastiera del computer? Sicuramente sarà chiaramente leggibile.

Se ci sono dei numeri da disegnare, puoi optare per la numerazione araba, che usiamo tutti i giorni, o per quella romana, dallo stile retrò. Oppure puoi affidarti direttamente ai caratteri orientali, per scritte dal sapore esotico. A patto di conoscere bene quello che andrai a farti incidere sulla pelle, soprattutto la sua traduzione in italiano.

Infine, puoi sempre andare dal tatuatore con la scritta realizzata a mano, per fargli comprendere come la vorrai.

Tatuaggi bellissimi per donne forti e coraggiose

Foto Getty

Ultime notizie su Tatuaggi

Tutto su Tatuaggi →