Nonostante il periodo complicato per la musica dal vivo, mercoledì 21 ottobre 2020 a Le Mura di Roma torna Lunatika, il contest musicale gratuito ideato per dare voce alle donne, con la sua seconda serata a tema anni Settanta (la prima è stata a tema anni Sessanta, la terza sarà a tema anni Ottanta e la finalissima a tema anni Novanta).

Il concorso è stato ideato ed organizzato da Giulia Massarelli con l’aiuto di Francesco Marchini e di Francesca Cascella, mentre Leonardo Sinibaldi è il conduttore delle serate. È nato tutto a fine giugno, seppure con un’idea vaga e confusa. Giulia Massarelli aveva in mente di creare un evento che vedeva come protagoniste le donne: cantautrici, poetesse, pittrici, scultrici, fotografe, registe, stiliste tutte insieme in una sola serata.

“Un momento in cui le donne, creatrici – dichiara la stessa Giulia in esclusiva a Pink Blog – potevano sentirsi libere di esprimersi attraverso la loro arte e confrontarsi con quella delle altre: una fusione di più arti tutte al femminile“. Poi però ha cercato di razionalizzare il tutto e dare forma all’idea, quindi un contest per cantautrici emergenti, accompagnato da una mostra fotografica, un’esposizione di vestiti e da una proiezione video.

“Dopo l’esperienza della quarantena era tanta la voglia di uscire ed andare ad ascoltare musica dal vivo – continua Giulia – tutte le sere andavo ad un concerto. Una sera mi sono imbattuta in un concerto di una cantautrice solista e solo la visione mi ha entusiasmato. Non so neanche io per quale preciso motivo, fu una sorpresa: mi ero appena resa conto di aver visto quasi sempre band capitanate da uomini, dove le donne spesso erano in minoranza, quasi sempre assenti. In realtà, ampliando la visuale, mi sono accorta che nell’attuale scena musicale italiana le donne cantautrici emergono sempre meno. Era ed è il momento di agire e far sentire la voce delle donne“.

Lunatika: il contest musicale ideato per dare voce alle donne

Come funziona il contest

Fefè, Amarena, Licia Allegra e Rebecca Orlandi sono le protagoniste di questo secondo appuntamento (vestite dalla costumista Chiara Massenzio) e sono chiamate ad eseguire tre canzoni di cui due inediti ed una cover a tema della serata: il team di Lunatika affida alle cantautrici cinque canzoni da preparare e poi sarà il pubblico a decidere quale verrà eseguita.

In tutto sono 12 cantautrici a partecipare nel corso delle tre serate – più la finalissima –  e sono state “reclutate” facendo scouting sui social. Ovviamente a valutare le performance c’è una giuria – come ogni contest che si rispetti – composta da addetti ai lavori, quindi musicisti, critici musicali, produttori, una regista di teatro, autori televisivi e un attore. “Mi piace l’idea che l’artista possa venire apprezzata e quindi valutata sotto diversi punti di vista“.

Ci saranno tre vincitrici ed ognuna, a partire dalla prima classificata, potrà scegliere il premio che preferisce:

  • un giorno di produzione nel Sinusoide Studio
  • un pacchetto ufficio stampa
  • un concerto a Le Mura
  • uno shooting fotografico con Vanessa Francia

Lunatika nel 2021

“Ho visto tante donne credere come me in quello che stavamo facendo – ha concluso Giulia in merito alla prima serata – con gioia e determinazione: è stato stupendo. Più che risposta del pubblico, non mi sarei mai aspettata così tante persone, anche sconosciute, curiose di quello che stava accadendo, ho ricevuto dei messaggi molto importanti da parte delle artiste che mi hanno fortificata e motivata moltissimo; credo che questo sia il premio più bello, la soddisfazione più grande che potevo ricevere”.

Ma Lunatika non si ferma qui, infatti il prossimo anno potrebbe esserci “Lunatika on the road“, per far arrivare questo progetto in più città possibili in modo che le donne possano, ora più che mai, far sentire la loro voce e dimostrare quello che sono veramente, finalmente libere di esprimersi.

PH. Eliana Giccheri

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Musica Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Frida Kahlo and Diego Rivera kissing