[blogo-gallery id=”199975″ layout=”photostory”]

Emu ha presentato le proposte outdoor per il 2017 in occasione di Maison & Objet. Funzionalità e design innovativo caratterizzano le nuove collezioni, frutto del continuo rinnovamento nell’ambito della selezione di materiali e nelle soluzioni creative, mantenendo sempre un alto livello qualitativo.

Il mix di materiali originali è cifra distintiva delle nuove famiglie di arredi, in cui alluminio e acciaio si combinano con elementi come corda, vetro, eco-cuoio, cinghie e tessuti tecnici, tutti di ultima generazione, per soluzioni di arredo sempre più versatili e complete.

Tra le novità 2017 arriva Dock, il sistema modulare di divani, disegnato per il brand dal designer tedesco Sebastian Herkner, talento emergente che vanta già prestigiosi riconoscimenti a livello internazionale. Ispirata all’idea grafica del cesto di vimini, Dock si compone di elementi modulari di facile assemblaggio, per molteplici composizioni. Basi in alluminio e schienali di diverse altezze consentono di creare day-bed, poltroncine, sofà e lounger; cuscini imbottiti, rivestiti da tessuto tecnico da esterni, rendono confortevoli ed accoglienti tutte le combinazioni. Completano la collezione tavolini da caffè con piani in vetro, caratterizzati da diverse lavorazioni e finiture. La varietà, inoltre, di forme e misure consente accostamenti originali per questa famiglia pensata principalmente, ma non solo, per il settore Hospitality.

Prosegue la collaborazione con lo Studio Chiaramonte/Marin, che per Emu ha disegnato due nuove collezioni. Vetta è una deck chair dalla forte personalità. Semplice ed originale, la nuova seduta relax è caratterizzata dal profilo del tubo in acciaio che gira su se stesso come fosse una cima; una fune vera e propria, all’altra estremità, ne permette la chiusura, mentre l’asola con ridancia consente due diverse posizioni dello schienale. Alla struttura è abbinato tessuto bicromatico da esterni batyline Ferrari. Altra novità è Thor, una collezione di sedute in acciaio, le cui linee classiche rievocano lo stile tradizionale della sedia “paesana”, resa più fresca dall’inconsueta forma di assemblaggio dei componenti e dalla palette di colori.

Sempre dello Studio Chiaramonte/Marin, la collezione Terramare, nata per arredare contesti intimi e personali, si compone di molteplici elementi. Alla famiglia di divani e tavoli bassi si aggiungono tavoli dining in alluminio, nelle versioni fissa ed allungabile, e poltroncine con schienali eco cuoio trattato e sedute in tessuto da esterni. Confortevole ed accogliente, Terramare diviene una collezione completa per arredare zone dining e living, sia in ambienti indoor che outdoor.

Anche le collezioni Lyze e Zahir, presentate al Salone del Mobile, ripropongono un design inconsueto e identificativo; alla poltroncina in acciaio Zahir, disegnata dallo Studio Archirivolto, si aggiunge lo sgabello, realizzato in sei finiture che ne esaltano la silhouette. La collezione Lyze del designer francese Florent Corier, altro giovane talento internazionale, aggiunge un tavolo basso alla famiglia di sedute già presentate, con struttura in alluminio e piano in fibrocemento. Darwin infine, la famiglia di arredi dello Studio Lucidi/Pevere, presenta il nuovo sofà a due posti, un elemento che si aggiunge e completa l’area relax di questa linea.

Nuove proposte anche nella gamma colori, cui vanno ad aggiungersi le sfumature metalliche del rame e corten e toni decisi come il blu francese; nella selezione di tessuti per prodotti e cuscini, batyline di Ferrarì completa le novità firmate Emu, con prestazioni tecniche ed estetiche di altissimo livello.

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 11-02-2017