Care amiche e amici di Pinkblog, molto spesso si sentono di incidenti stradali causati dalle distrazioni. Una di queste è senza dubbio il nostro smartphone. In tanti credono che per evitare di comunicare appoggiando il telefono all’orecchio o di utilizzare le cuffiette, mettere il vivavoce sia la soluzione. Invece, gli esperti hanno dimostrato che parlare al vivavoce in auto non è così sicuro come si pensa.

Parlare al vivavoce in auto: non fidatevi!

La prima regola, che molto spesso non si segue, in auto è quella di non parlare a chi guida. Il motivo è quello di non distrarlo. Anche il guidatore più esperto può, infatti, perdere la concentrazione se coinvolto in un qualsiasi tipo di dialogo. Lo stesso discorso, con ancora maggiore enfasi, viene fatto per l’uso dei telefoni cellulari anche se questo, purtroppo, è la prima, o tra le prime, cause di incidenti stradali in Italia.

Molti pensano quindi di poter risolvere la questione “parlare al telefono” utilizzando il vivavoce. Un grave errore! Infatti, gli esperti hanno spiegato a Fanpage.it che pure se utilizziamo il vivavoce, in realtà, la differenza tra chi parla al telefono tenendolo in mano e chi invece usa l’altoparlante è davvero minima.

“Il nostro cervello non è in grado di svolgere più compiti insieme”, ha spiegato il professor Giuseppe Iannocari, Neuropsicologo e presidente dell’Associazione Assomensana. “Per capire meglio partiamo da un dato: abbiamo a disposizione una quota di attenzione di 110 bit al secondo, una semplice conversazione ne assorbe circa 100. Quel 10 che ci resta è praticamente nulla. Ci consente di sentire un minimo rumore alle nostre spalle ad esempio. E con quei 10 bit che ci restano non possiamo certo guidare in maniera attenta”.

La spiegazione prosegue poi con qualche numero che fa capire come parolare al vivavoce in auto sia pericoloso praticamente come in altre situazioni. “In una scala da 1 a 5 parlare a vivavoce distrae 2,27, con il passeggero 2,33, senza vivavoce 2,45. Controllare a mandare sms 3,06. Il massimo, ovvero il 5, si raggiunge soltanto svolgendo equazioni matematiche a mente”.

La cosa peggiore in questa analisi è che chi guida e usa il vivavoce crede, suo malgrado, di essere concentrato. Cosa che non rispecchia la realtà. Avendo le mani libere crede di avere tutto sotto controllo ma non è così.

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 28-09-2022