Il rincaro dei costi dell’energia, elettrica e del gas, sta diventando un vero e proprio problema. Nel nostro piccolo, care amiche e amici di Pinkblog, vogliamo provare a darvi qualche consiglio. Anzi, qualche trucchetto per provare ad evitare una bolletta salatissima a fine mese. In modo particolare vogliamo proporvi dei validi sistemi per risparmiare energia in cucina.

Risparmiare energia in cucina: consigli

Il primo trucchetto utile per risparmiare energia in cucina è quello di utilizzare la pentola a pressione che resta uno dei migliori alleati in cucina anche per non sprecare energia appunto. Tale pentola, infatti, consente di risparmiare notevolmente sul gas perché dimezza i tempi di cottura. Per questo è particolarmente utile per tutte le preparazioni lunghe (spezzatini, brasati e legumi).

Anche la cottura al vapore a castello, magari con una pentola elettrica o da mettere sui fornelli, è tra quelle consigliate per risparmiare energia. Essa permette di cuocere più cibi su più strati e di ridurre al minimo l’uso di gas. Il vantaggio è anche quello di spegnere prima e di sfruttare il vapore che intrappola.

Molto curioso anche lo spegnimento anticipato del gas mentre si cuoce la pasta. Viene chiamata “cottura passiva” e sfrutta il principio per cui la pasta continua a cuocere anche se l’acqua non bolle. In tal senso basta che l’acqua sia calda: si porta l’acqua a bollore, si cala la pasta, si aspetta un paio di minuti dalla ripresa del bollore, quindi si spegne il fornello e si copre con il coperchio seguendo i tempi di cottura indicati sulla confezione.

L’abbiamo nominato: il coperchio. Usare il coperchio nella fase di ebollizione dell’acqua per la pasta si può risparmiare fino al 6 per cento di energia. Molto lo dimenticano o lo tolgono ma è fondamentale.

Infine, altro modo per risparmiare in cucina è sull’utilizzo del forno. In questo caso il consiglio è quello di pianificare più piatti da cucinare uno di seguito all’altro, ovviamente, senza mai spegnere l’elettrodomestico. Perché? Si avrà un consumo maggiore del forno quando lo si accende e lo si spegne e viceversa. Una sola infornata, di più cibi da cuocere, può essere risolutiva.

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 24-09-2022