Al via i saldi 2023 in Italia: tutte le date di inizio regione per regione. Vediamo da quando conviene fare shopping!

L’arrivo del nuovo anno porta anche i primi saldi 2023 in Italia! Al via la “stagione” degli sconti dove sarà possibile fare anche degli interessanti affari. Scopriamo regione per regione la data di inizio e di fine e le regole stabilite.

Saldi 2023 al via: data inizio per ogni regione

saldi 2023 shopping
saldi 2023 shopping

Dopo aver festeggiato l’arrivo del nuovo anno, ecco l’appuntamento senza dubbio più atteso: l’arrivo dei saldi 2023 in Italia. Come da prassi, il giorno è stabilito dalla Conferenza delle Regioni, anche se ogni territorio può modificarla in autonomia. Per questa ragione ci sono alcune differenze in merito alla data di inizio. Scopriamo regione per regione ogni informazione utile.

Va detto che, nella maggior parte dei casi, la data indicata per l’inizio dei saldi è il 5 gennaio, mentre il termine ultimo varia.

In Abruzzo si parte il 5 gennaio, dove si è deciso che i saldi dureranno per ben 60 giorni. Qui va precisato che, rispetto ad altri posti, c’è la possibilità di effettuare vendite promozionali in qualsiasi periodo dell’anno.

Passiamo alla Basilicata che è una delle poche regioni che ha deciso di anticipare i tempi, facendo iniziare i saldi il 2 gennaio. La fine, invece, è prevista il 2 marzo.

Si parte in anticipo anche in Sicilia. L’inizio è il 2 gennaio con fine prevista il 15 marzo e nessun divieto di effettuare vendite promozionali in altri periodi.

Partono il 3 gennaio i saldi in Valle d’Aosta fino al 31 marzo. Il divieto promozionale è solo per i 15 giorni prima dell’inizio dei saldi.

In Calabria i saldi iniziano il 5 gennaio, terminando però il 6 marzo. Qui, il divieto di effettuare promozioni è valido però nei soli 15 giorni precedenti l’inizio dei saldi.

Anche in Campania i giorni di saldi saranno ben 60, a partire dal 5 gennaio. Stesso discorso in Emilia-Romagna.

Il 5 gennaio è anche la data di partenza del Friuli Venezia-Giulia, arrivando però fino al 31 marzo e dove resta la possibilità di effettuare vendite promozionali in qualsiasi periodo dell’anno.

Saldi più brevi nel Lazio: inizio 5 gennaio e durata di un mese e mezzo (sei settimane).

Ancora più brevi i saldi in Liguria, con una parentesi che va dal 5 gennaio al 18 febbraio.

In Lombardia i saldi vanno invece dal 5 gennaio al 5 marzo, mentre il divieto antecedente è di 30 giorni.

30 giorni di divieto di promozioni anche nelle Marche, dove i saldi iniziano il 5 gennaio e finiranno il 1° marzo.

In Molise via il 5 gennaio con altri 60 giorni di sconti. In questo caso, però, il divieto di promozioni non copre solo i 30 giorni precedenti ai saldi ma anche quelli successivi.

In Piemonte i saldi invernali 2023 dureranno otto settimane, iniziando il 5 gennaio. Divieto di promozione valido per i soli 30 giorni antecedenti.

In Puglia i saldi andranno dal 5 gennaio al 28 febbraio, con il divieto promozionale di 30 giorni prima dell’inizio.

In Sardegna via il 5 gennaio e divieto di effettuare promozioni è leggermente più lungo, ovvero lungo i 40 giorni che anticipano i saldi.

Dal 5 gennaio avanti per 60 giorni con i saldi in Toscana, dove il divieto promozionale invece c’è e copre i canonici 30 giorni precedenti l’inizio dei saldi.

In Umbria i saldi inizieranno il 5 gennaio e finiranno il 5 marzo. In questo caso c’è il divieto di 30 giorni prima dell’inizio.

In Veneto si inizia il 5 gennaio e si finisce il 28 febbraio. Unico divieto come l’Umbria.

In conclusione le province autonome di Trento e Bolzano. Nella prima non è prevista una data di inizio dei saldi, che possono essere organizzati liberamente. Per la seconda dipenderà invece dal distretto. La data dovrebbe comunque essere in generale dal 7 gennaio al 4 febbraio o dal 4 marzo al 1°aprile.

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 02-01-2023