Oggi sono tantissime le case che adottano il cosiddetto stile inglese, per creare ambienti che possano essere accoglienti, ma allo stesso tempo moderne; eleganti ma senza risultare contemporaneamente fredde; linee semplici ma che non appaiono in alcun modo minimali.

Gli ambienti concepiti secondo questo stile si distinguono per un arredamento essenziale corroborato da finiture ricercate, sia per quello che riguarda i complementi d’arredo che per quello che riguarda rivestimenti e pavimenti. Proprio questi ultimi sono alla base per ogni progetto di ambiente in stile inglese.

camminare scalzi pavimento legno

Il parquet come scelta principale

Il legno naturale è un elemento perfetto per una casa in stile inglese, soprattutto se declinato in disegni e formati diversi classici, a partire dal parquet a cassettone, decorativi ed eleganti. Questo stile di pavimento è composta da vari elementi in legno, accostati per formare un disegno geometrico regolare, incorniciati per creare giochi di colore interessanti, e può essere l’ideale per un ambiente in stile inglese.

Il parquet a cassettoni offre una varietà ampissima di tonalità e finiture, dando il massimo della libertà al momento della progettazione soprattutto per quanto riguarda i toni. Se si scelgono i colori caldi e intensi del rovere spazzolato, per contrasto si possono utilizzare colori saturi oppure elementi in bianco e nero, così da creare un ottimo effetto di contrasto. Se invece si opta per un pavimento chiaro, è maggiormente indicato un arredamento in linea, scegliendo i toni pastello per le pareti e per i complementi d’arredo.

Nello stile british la differenza la fanno i dettagli. Non vanno quindi in alcun modo sottovalutati elementi quali i battiscopa, ancora meglio se alto e con modanature geometriche. Il colore deve generare un contrasto tra pareti e pavimenti; anche se si sceglie infatti di utilizzare un battiscopa dello stesso colore della parete, si può pensare a declinarlo secondo sfumature diverse. Un altro elemento su cui porre attenzione sono sicuramente le porte interne, delle quali è possibile trovare un’ampia varietà sul sito di Iperceramica: da presentare sempre con bagnature e laccate, da scegliere se negli stessi toni delle pareti, oppure in leggero contrasto.

Il laminato e il gres come alternative

Il laminato è rinomato per essere una sorta di alternativa meno costosa del normale parquet ed è valida anche per lo stile inglese: può infatti fare comunque un figurone se messo in accostamento ad elementi di arredo dal gusto british. Un esempio? Si può optare per un pavimento in legno scuro, da mettere in contrasto con complementi rustici e pareti a fondo bianco e dove sono previste piastrelle, con decorazioni geometriche.

Un’altra opzione è quella del gres porcellanato effetto legno, preferibilmente in grandi listoni. Questo materiale si armonizza a pieno con battiscopa alti, modanature ed alle tinte pastello delle pareti. In questo modo si può facilmente ricreare un perfetto stile in tutto e per tutto simile a quello dei cottage inglesi.

Ma il gres porcellanato può essere utilizzato anche se non si desidera un pavimento in legno: per esempio, piastrelle lucide a scacchiera in bianco e nero possono essere perfette per un open space, così come mattonelle con decorazioni geometriche o floreali stilizzate, particolarmente adatte per cucine e bagni.

I dettagli stanza per stanza

Un perfetto stile british è dato dagli elementi che lo compongono, ed è per questo che in ogni stanza è necessario scegliere ogni complemento d’arredo nel modo più idoneo. Nelle zone living ad esempio, l’ideale sarebbero le boiserie, da abbinare ai pavimenti in legno, così come stucchi e cornici possono fare una gran figura. In altri ambienti come il bagno, ad esempio la scelta dei sanitari va fatta con cura, così come la rubinetteria in stile inglese.

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 28-11-2022