I tatuaggi sul polso sono un vero e proprio classico. Possiamo dire che tra le diverse parti del corpo, questa è una delle più gettonate. Quest’area, infatti, non è sempre visibile, è abbastanza nascosta, ma può diventare oggetto della vostra vanità mettendola in mostra facilmente ogni volta che ne avete voglia.

Farsi il tatuaggio sul polso fa male? Questo di solito è un quesito che frena molte persone quando vanno nel salone del tatuatore per scegliere dove farsi fare il primo tattoo. O l’ennesimo disegno di una breve o lunga serie di tatuaggi sul corpo. Farsi tatuare non è proprio una passeggiata, ma ne vale la pena, visto che sono vere e proprie opere d’arte. Il dolore poi è soggettivo: c’è chi lo sopporta di più e chi meno. Ma tendenzialmente dipende dal grasso corporeo: più ce n’è, meno fa male l’ago che incide la pelle per lasciare l’inchiostro. Il polso è una zona non proprio poco dolorosa, perché qui la “ciccia” è poca.

Eppure nonostante questo è una delle zone predilette, perché si adatta perfettamente ad accogliere ogni tipo di tattoo che abbiamo scelto. Dal più piccolo al più grande. Quali sono quelli da preferire per un effetto finale elegante e non troppo eccessivo? Ecco qualche consiglio per voi.

Come curare un tatuaggio appena fatto: errori da evitare

Tatuaggi sul polso esterno

Tatuaggi sul polso esterno

Per prima cosa possiamo decidere dove far eseguire il tatuaggio all’artista del disegno su pelle al quale ci siamo affidate. Si possono realizzare nella parte più esterna o verso l’interno. Ma possiamo anche pensare di abbracciare tutto il polso. Molto dipende anche dal disegno che abbiamo deciso di farci tatuare. O perché no, anche dalla frase, perfetta per circondare questa parte di braccio per inviare un messaggio forte e chiaro a tutti quelli che incontriamo lungo il nostro cammino.

Tatuaggi al posto, il bracciale

Proprio il bracciale è il tatuaggio che di solito in molti scelgono da farsi fare sul polso. Perché se ci pensate è la soluzione perfetta per esaltare questa parte del corpo. Ed esprimere un concetto che può essere differente, a seconda dello stile scelto. Può essere un bracciale tribale oppure qualcosa di più raffinato. Ma anche un semplice riga a contornare tutto il polso. Una riga dritta, a zig zag o come più vi piace. Fatevi anche consigliare dal tatuatore, che saprà darvi sempre ottime indicazioni.

Tatuaggio sul polso: cuore e amore

Tatuaggio sul polso: cuore e amore

Sole, cuore e amore. No, non ci mettiamo a cantare, ma a raccontarvi come i tatuaggi da polso sono perfetti per raccontare le nostre storie d’amore, le nostre passioni, quello che ci sta più a cuore. Sul polso possiamo farci tatuare i nomi o le iniziali dei nomi dei nostri figli, una data importante, un semplice cuore o frasi che ci ricordano chi sono le persone o le cose che per noi contano nella vita. Così da imprimerle per sempre sul nostro corpo. E tenerle per sempre.

Tatuaggi da polso

Tatuaggi da polso con scritte

Il polso è l’area del corpo ideale per farsi tatuaggi con scritte e frasi che amiamo. Potrebbero essere gli aforismi di scrittori famosi, frasi tratte da romanzi e da film, ma anche da canzoni che ci hanno colpito in maniera particolare e pensiamo possano rappresentarci e rappresentare chi siamo e dove stiamo andando. Possono essere frasi in italiano e frasi in lingua straniera, ma in questo caso fate sempre attenzione alla traduzione: soprattutto quando si scelgono lingue con ideogrammi. Molti epic fail sono stati riparati con corse a farsi fare il laser per rimuovere il tatuaggio!

Tatuaggi da polso tribali

Tatuaggi da polso tribali

Infine, perché non farsi fare dei tatuaggi tribali? Come ad esempio quelli ereditati dalla tradizione Maori, a patto di rispettarne le regole e conoscere davvero il significato di questi segni sulla pelle.

Foto iStock

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Lifestyle Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

The Adventures of Tintin