Test di gravidanza Clearblue, come si usa e il prezzo

Se una donna ha il sospetto di essere rimasta incinta può togliersi ogni dubbio utilizzando uno strumento semplice come il test di gravidanza. Vediamo come funziona quello della Clearblue

Il test di gravidanza Clearblue è probabilmente il più diffuso e usato dalle donne di tutto il mondo. Strumento utilissimo, economico e casalingo, permette ad ogni donna che abbia il sospetto di essere rimasta incinta di avere una conferma ( o meno) dei suoi dubbi in tempi brevi.

Il test Clearblue è molto sicuro (al 99%) avendo una elevata sensibilità all’ormone della gravidanza hCG (gonadotropina corionica umana) fin dai primi giorni della gestazione.
Clearblue
Infatti questo test si può effettuare fino a 4 giorni prima della presunta data dell’arrivo delle mestruazioni. Perfetto, quindi, sia per chi stia cercando di avere un figlio, e desideri ottenere un pronto responso su un eventuale concepimento andato a buon fine, ma anche per le donne che abbiano avuto dei rapporti a rischio e necessitino, quanto prima, di sapere se sono rimaste incinte, o meno.

In farmacia (o nei supermercati), troviamo due versioni del test Clearblue, uno più sofisticato (digitale), che ha un costo leggermente superiore, e uno studiato soprattutto per essere pratico e facile da usare. Il primo ci permette non solo di sapere se siamo incinte, ma anche da quanto, essendo dotato di un display in cui appare non solo la dicitura classica: “incinta” o “non incinta”, ma anche, come anticipato, le settimane (“incinta di 2 settimane, di 3-4 eccetera).

Il test di gravidanza digitale costa circa 12 €, mentre quello normale appena 7€ (14 per la confezione doppia). Quest’ultimo ha, come caratteristica quello di avere una facile impugnatura ergonomica e una punta che cambia colore, che lo rendono ideale per essere adoperato anche in condizioni non proprio agevoli, ad esempio in viaggio, o in un bagno pubblico.

Veniamo alle modalità di utilizzo, che in entrambi i casi sono le stesse. Il test è dotato di una punta assorbente che deve andare a contatto con l’urina. Perché questo avvenga possiamo esporre il feltrino direttamente al flusso di pipì, stando attente a non “inondare” anche il resto dello stick, oppure immergere la punta in un contenitore per le urine sterile che avremo riempito all’uopo.

Dovremo quindi aspettare tre minuti, prima che appaia la scritta sul display, che non scomparirà prima di 24 ore. Per essere del tutto sicure, attendiamo che la luce lampeggiante del piccolo schermo si spegna. A quel punto il responso sarà chiaro. Naturalmente, lo step successivo in caso di positività, sarà quello di andare dal ginecologo per la conferma della gravidanza e gli esami di rito.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail