Gli 8 sintomi della gravidanza alla prima settimana

Esistono dei sintomi di una gravidanza già alla prima settimana? Vediamo quali segnali lancia il corpo femminile per avvisare che si sta sviluppando una vita nel suo grembo

Esistono sintomi precocissimi che possono far sospettare ad una donna di essere rimasta incinta fin dalla prima settimana di gravidanza? Ci sono molte "leggende" a tal proposito.

Si dice anche che alcune donne particolarmente percettive, siano in grado di accorgersi di un concepimento immediatamente dopo che questo sia avvenuto. Ma la realtà è che nella maggior parte dei casi ci si accorge di essere incinta solo dopo un certo lasso di tempo, che, in certi casi si traduce in mesi.

Sintomi-gravidanza.prima-settimana

Non tutte le donne, infatti, possono contare su un ciclo regolare, e quindi un ritardo, anche di qualche settimana, non le preoccupa più di tanto. Sintomi come la nausea, o la stanchezza, poi, possono essere interpretati in modo del tutto differente, ad esempio come segno di stress, o come l'inizio di una sindrome influenzale.

Insomma, a meno che una donna non stia cercando di diventare mamma, e pertanto scruti con attenzione ogni possibile modifica del proprio corpo, per individuare precocemente i sintomi dell'attesa gravidanza, in genere occorre almeno un mese per farsi venire il sospetto.

Eppure, in effetti i segnali che il corpo lancia all'inizio della gestazione si possono, in alcuni casi, percepire fin dalla prima settimana, anche se con caratteristiche che variano moltissimo da donna a donna. Vediamo gli 8 principali.

  1. Amenorrea, ovvero l'interruzione delle mestruazioni


  2. Perdite ematiche simili a quelle che precedono le mestruazione. Sono in genere di colore rosato e indicato il momento in cui l'ovulo si annida nell'utero
  3. Perdite bianche abbondanti (leucorrea gravidica), dovute all'aumento della produzione del muco cervicale che protegge il bambino
  4. Aumento del volume del seno, che diventa anche ipersensibile al tatto soprattutto nella zona dei capezzoli
  5. Stanchezza e sonnolenza, dovute all'aumento del progesterone nel sangue


  6. Minzione più frequente, dovuta al fatto che l'utero cambia di posizione per prepararsi alla crescita del feto, e preme sulla vescica
  7. Nausea, che può insorgere al mattino, a digiuno, o che può essere scatenata da odori forti
  8. Gonfiore, soprattutto a carico degli arti inferiori, delle mani e dei piedi

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail