La dieta per dimagrire pancia, fianchi e cosce

Per smaltire qualche chiletto di troppo distribuito nei punti critici, ovvero pancia, fianchi e cosce, ecco una buona dieta subito efficace

Una dieta dimagrante "mirata" per perdere i cm di troppo che guastano la linea di pancia, fianchi a cosce dovrebbe essere modulata sulla persona perché ogni fisico ha le sue caratteristiche e le su esigenze.

In linea generale, però, il dimagrimento localizzato deve necessariamente basarsi anche sull'esercizio fisico, perché sovente i pannicoli adiposi che si accumulano nella parte centrale del corpo sono favoriti proprio dalla sedentarietà, soprattutto in noi femminucce.
Dieta-per-dimagrire

Ricordiamo, infatti, che proprio per la peculiarità anatomica del bacino femminile, le donne tendono ad ingrassare proprio tra addome inferiore, cosce, fianchi e glutei, assumendo una forma "a pera", mentre le altre zone del corpo restano sottili. Per questa ragione chi abbia un fisico con queste caratteristiche, non dovrebbe seguire diete dimagranti generiche, ma piuttosto modificare la propria alimentazione in modo da favorire lo smaltimento dei liquidi in eccesso (dieta drenante), e stimolare il metabolismo agendo sull'attività endocrina.

Come organizzare, allora un regime ipocalorico ideale in questi casi? Intanto, per una donna che non abbia tanti chili da perdere e che non svolga attività fisica intensa, va benissimo un regime di 1300-1400 calorie al giorno, che saranno fornite da questi cibi:


  • Proteine animali magre, soprattutto carne bianca (pollo e tacchino, ma anche coniglio), pesce (nasello, merluzzo, sogliola, dentice, platessa eccetera ) uova e pochi latticini (ade esempio yogurt, ricotta magra e parmigiano reggiano
  • Omega 3 presenti nel pesce azzurro e dei mari del nord (salmone, aringhe, sardine, sgombri, alici), ma anche nei semi oleosi (girasole, lino, zucca)
  • Tanta frutta e verdura sia cotta che cruda, meglio se di stagione e sempre variata (per stimolare la diuresi, fornire oligoelementi e vitamine, fungere da antiossidante)
  • Fibre sia solubili che insolubili (30 g al giorno), da assumersi attraverso il consumo di cereali integrali, frutta secca in guscio, legumi, frutta e ortaggi. Le fibre saziano, riducono l'assorbimento di grassi a zuccheri a livello intestinale e combattono ritenzione idrica e stitichezza
  • Minerali come zinco, calcio, ferro, magnesio e potassio. Regolano il sistema elettrolitico del corpo, aiutano ad evitare la ritenzione idrica da eccesso di sodio, e stimolano l'attività muscolare ed endocrina. Si possono assumere anche come integratori, ma sono presenti in frutta, verdura, legumi, cereali, acqua, proteine animali

I menù giornalieri, quindi, dovranno includere queste sostanze con queste percentuali: carboidrati 120 g al giorno, proteine 1 g per kg di peso, zuccheri semplici (meglio quelli della frutta), 10-12% del fabbisogno energetico totale, fibre 30 g e grassi il 30% delle calorie totali, da scegliersi tra quelli polinsaturi, come l'olio extravergine d'oliva a crudo

Eliminando dalla dieta bibite zuccherate e gassate, bevande alcoliche, eccesso di sodio e dolci raffinati, si ottiene un ottimo dimagrimento sulle zone critiche. Un suggerimento? Preferite il riso integrale alla pasta, è eccellente per sgonfiare la pancia.
Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail