Chiara Insidioso, lo sfogo del padre su Facebook dopo la sentenza

Come si può accettare uno sconto di pena all'uomo che ha ridotto Chiara Insidioso ad uno stato vegetativo?

chiara insidioso

Maurizio Falcioni ha ottenuto in appello uno sconto di pena di 4 anni, quest’uomo nel febbraio del 2014 ha massacrato di botte la fidanzata Chiara Insidioso che adesso è in uno stato vegetativo, non è morta ma la sua vita è spezzata per sempre. Non sappiamo perché gli sia stata accordata la riduzione della pena e sinceramente è assurdo che possano verificarsi queste cose, cosa sono 20 della propria vita per averne distrutto un’altra, per aver pestato a sangue una ragazzina. Nel 2014 Chiara aveva 19 anni e si è semplicemente innamorata dell’uomo sbagliato, di un ragazzo 16 anni più grande di lei, un uomo adulto che era geloso al punto da provare ad ucciderla.

La sentenza è stata ampiamente documentata e commentata, ma a commuovere tutti è il post su Facebook del padre di Chiara, Maurizio Insidioso, che ieri dopo la sentenza si è sentito male, è svenuto, ed è stato portato in ospedale.

“Cara Chiara,oggi sono stato affianco a colui che ti ha ridotto cosi per sempre...lo sai oggi sei stata oltraggiata da lui...dal suo avvocato e dai giudici che non hanno coraggio...Chiara ...L'ITALIA è un paese dove non c'è dignità e oggi in quell'aula si parlava solo del modo in cui riabilitare al mondo quel verme di Falcioni...nessuno ha mai pensato a come sei e sarai per sempre ridotta e abbandonata...lui ha ricevuto un bellissimo sconto che lo aiuterà a tornare presto a fare la sua vita...Oggi mi piacerebbe avere la possibilità di sapere che potrei portarti via da questa Italia...bruciare la mia carta d'identità sarebbe un sogno io non mi sento rappresentato più da nessuno in questo paese...si fanno ricorrenze...si fanno salotti e si parla di violenza sulle donne ma al dunque chi fa' del male a una donna ne esce sempre meglio di chi è vittima...Chiare' oggi non ci vediamo so' stato male e non mi sento bene...ma vedrai che domani mi rialzo e ci rivediamo...tu sei la mia guida e ti ringrazio perché senza di te non posso sta'..”

Maurizio Insidioso

Mi chiedo che messaggio diano sentenze del genere, come si possa pensare che 16 anni e non 20 possano bastare ad una persona che ne ha massacrata un’altra a riabilitarsi, credo che un uomo davvero pentito non avrebbe neanche fatto domanda di appello.

Chiara vive in una clinica, dopo 11 mesi di coma adesso è in uno stato vegetativo, il padre e la madre la vanno a trovare, le portano i gadget della Lazio per non farla sentire sola e per darle la forza e, quando vanno da lei, portano anche il suo cagnolino. Speriamo che pian piano possa continuare a fare progressi ma questa non è vita, non è la vita a cui era destinata.

Il 25 novembre è la giornata contro la violenza sulla donne ed io mi chiedo come può un Paese accordare lo sconto di pena al carnefice di Chiara e, al contempo, dire di essere dalla parte delle donne. Chiara non è stata uccisa, ma solo perchè è stata troppo forte e ha resistito a tutte le botte, a tutte le ferite e alla cattiveria, ma questa forza non può essere un alibi per approvare uno sconto di pena.

Cara Chiara,oggi sono stato affianco a colui che ti ha ridotto cosi per sempre...lo sai oggi sei stata oltraggiata da...

Posted by Insidioso Maurizio on Mercoledì 4 novembre 2015

Chiara domani non poi veni'...Però la tua maglia da indossare domani mattina già è pronta!!

Posted by Insidioso Maurizio on Domenica 24 maggio 2015

Cara Chiara domani non ci potrai essere...ti ricordi la finale di due anni fa'.. è stata la nostra ultima gioia...che...

Posted by Insidioso Maurizio on Martedì 19 maggio 2015

Chiara e Molly

Posted by Insidioso Maurizio on Domenica 17 maggio 2015

  • shares
  • Mail