Deputato inglese fa slittare legge sulle molestie: la vendetta a suon di slip

La protesta degli slip contro il deputato obiettore che ha fatto slittare di proposito una legge contro le molestie

vendetta a suon di slip

A volte i politici lasciano davvero senza parole, dopo aver visto quello che sta combinando Donald Trump, facciamo un salto in Inghilterra dove il deputato Christopher Chope ha fatto slittare di proposito una proposta di legge contro le molestie sessuali. Questo deputato conservatore e della vecchia guardia ha fatto slittare l’approvazione di una legge molto importante contro l’upskirting, che in pratica sarebbe quel meccanismo per cui vengono fatte le foto sotto le gonne di nascosto, una forma di violenza sessuale subdola che meriterebbe la giusta punizione.

Christopher Chope ha fatto in modo di perdere tempo e si potrà discutere la legge nuovamente non prima di inizio luglio. La battaglia è stata portata alla luce da una ragazza di 26 anni che è stata vittima di questa molestia e che vorrebbe poter contare su una legge esemplare. Il governo britannico ha appoggiato la causa della ragazza e si va verso una legge che permetterà di avere condanne per upskirting fino a due anni di prigione.

La vendetta verso Christopher Chope non è tardata ad arrivare, davanti alla porta del suo ufficio è stata posizionata una corda di slip colorati per far capire che le donne non sono vittime e chi non combatte le molestie non è tanto migliore di chi le commette.

La foto dell’insolita protesta è stata pubblicata su Twitter da Caroline Lucas, leader del Partito Verde in opposizione a Chope.

Una protesta silenziosa ma molto pungente, speriamo che gli serva da lezione

via | theguardian

  • shares
  • Mail