Yara Gambirasio, archiaviata l'accusa di omicidio per Mohamed Fikri

Continuano le indagini sulla triste vicenda di Yara Gambirasio, la ginnasta tredicenne di Brembate di Sopra uccisa lo scorso novembre 2010 e rinvenuta il 26 February 2011 a Chignolo d'Isola, a dieci chilometri dal paese in cui viveva. Proprio in queste ore si è diffusa la notizia che il gip Ezia Maccora ha archiviato il fascicolo relativo all’omicidio di Yara a carico di Mohamed Fikri; come molte di voi ricorderanno, Fikri è l'unica persona ad essere stata iscritta nel registro degli indagati per la morte della giovane. L'uomo era stato intercettato e la traduzione della telefonata, "Allah mi perdoni, non l’ho uccisa io", aveva portato al suo arresto.

In seguito ai dubbi sulla traduzione della telefonata che, inizialmente, sembrava incriminarlo, Fikri era stato rilasciato ed ora arriva la notizia che l'accusa di omicidio nei suoi confronti è stata archiviata. Il gip, però, non ha del resto escluso l'uomo dalle indagini ma ha trasmesso gli atti al pm ai fini dell'iscrizione dell'immigrato in un fascicolo con l'ipotesi di favoreggiamento.

Il gip ha rilevato degli elementi legati alle telefonate, alle celle telefoniche e al cantiere in cui, in quel periodo Fikri lavorava, rilevanti al punto da disporre una nuova indagine con un'ipotesi di reato differente ma ugualmente rilevante.

Spetta al Pm decidere se ci sono elementi sufficienti per avviare una nuova indagine sulla morte di Yara.

Via | Corrieredellasera.it
Foto | Crimeblog

  • shares
  • Mail