Iniziare la dieta Scarsdale con quali risultati? Opinioni e pareri di chi l'ha provata

Ecco, arrivata la primavera e, inesorabili e puntuali come ogni anno, arrivano insieme alla bella stagione e ai primi raggi di sole anche le diete dimagranti! Ma, ce lo chiediamo sempre, quali si possono definire le più efficaci e, soprattutto, vale la pena di intraprenderle oppure è solo tempo perso? Oggi proviamo a scendere più nei dettagli.

Parliamo, dunque, di una delle diete più conosciute e apprezzate: la Scarsdale. Così come vi abbiamo già detto in precedenza, questa dieta è stata ideata da un cardiologo statunitense, ed è diventata molto popolare anche in Italia.

"10 chili in 14 giorni" ("20 pounds in 14 days", nella versione originale) è lo slogan che ha favorito la popolarità di questo regime alimentare che in effetti deve essere seguito per un periodo di 14 giorni per cedere poi il posto ad una dieta di mantenimento, e ripresa successivamente solo a partire dell'eventuale acquisizione di 2 kg oltre il proprio peso forma.

Vale la pena, quindi, di iniziare la dieta Scarsdale, e soprattutto, con quali risultati? Cerchiamo di riportare alcune opinioni e pareri di chi l'ha provata. Prima, però, vi ricordiamo che il regime alimentare da adottare secondo la Dieta Scarsdale è fondamentalmente a base di proteine, con una drastica riduzione dei carboidrati, collocandosi quindi tra le diete cosiddette low carb, tra le quali si annoverano (con le opportune differenze) anche la dieta a zona, la dieta metabolica e la dieta Atkins.

Più precisamente, la Dieta Scarsdale prevede una ripartizione dei nutrienti tra il 43% di proteine, 22,5% di grassi e 34,5% di carboidrati. Le regole fondamentali da osservare sono le seguenti:


    Mangiare solo ed unicamente gli alimenti riportati nella dieta, senza effettuare alcuna sostituzione; in particolare sono esclusi dalla dieta tutti i derivati dai cereali;
    Non bere alcool; le uniche bevande che sono consentite sono il caffè (sia nero, che normale o decaffeinato) e il tè.
    Non fare spuntini fuori pasto; nel caso, consumare solo ed unicamente carote e sedano, nella quantità desiderata.
    L'insalata e la verdura va condita con limone o aceto, mai con l'olio;
    Mangiare solo carne molto magra, cotta senza utilizzare burro, margarina, olio;
    Smettere di mangiare quando ci si sente sazi;
    Non prolungare la dieta oltre i 14 giorni.

Dopo avervi dato queste indicazioni di massima, vi suggeriamo di cliccare su questo link per leggere, in un forum in cui alcune donne hanno parlato della loro esperienza diretta, opinioni e pareri di chi ha provato la dieta Scarsdale.

Foto | da Flickr di whirschi

  • shares
  • Mail