Lavoro

"L'Italia è una repubblica fondata sul lavoro" e non dobbiamo dimenticarlo mai (anche se spesso sono le nostre istituzione a non ricordarlo). Per lavoro si intende ogni attività produttiva che ci impegna dal punto di vista fisico e intellettuale per poter raggiungere lo scopo della mansione che ci è stata affidata. Ad ogni lavoro solitamente corrisponde una remunerazione, calcolata in base al tipo di lavoro eseguito e alle ore che sono state spese per poterlo fare.

La parola lavoro deriva dal latino "labor" e significa fatica: non a caso molti dialetti italiani utilizzano proprio il verbo "faticare" per indicare il lavoro, mentre in altri casi si parla di travaglio proprio come quello che affronta ogni donna per dare alla luce un bambino (ad esempio in Sicilia e in Piemonte).

Il lavoro è sempre al centro dei dibattiti di ogni società, soprattutto in temi difficili di crisi economica, quando la disoccupazione raggiunge livelli inimmaginabili, provocando anche problemi sociali e personali.

Non avere un lavoro, infatti, non significa soltanto non riuscire ad avere a fine mese uno stipendio adeguato per poter vivere degnamente e mantenere un'eventuale famiglia, ma anche non riuscire a realizzarsi, non riuscire a completare la propria vita: molto spesso chi perde il lavoro si fa prendere dallo sconforto, sentendosi inutile.

Il lavoro è un diritto di tutte le persone, così come una giusta remunerazione e i giusti riconoscimenti che derivano dallo stesso. Non a caso una delle frasi più famose legate a questo ambito è proprio "Il lavoro nobilita l'uomo". Noi non dovremmo mai dimenticarlo, così come non dovrebbero farlo nemmeno le istituzioni.