Come scegliere la tonalità giusta di bronzer minerale e come applicarlo correttamente

Scelta e applicazione del bronzer minerale ci mettono in crisi? Niente paura, perché ci pensa Pinkblog a sciogliere ogni dubbio. Vediamo come.

Con l'arrivo dell'estate anche il maquillage cambia, diventando più luminoso e in linea con la stagione calda. Uno dei prodotti più usati in questo periodo è il bronzer, una terra che viene usata per dare al viso immediato effetto abbronzato, fino al demake-up serale. Ma come scegliere al meglio il bronzer minerale più adatto alla propria carnagione e come stenderlo nel modo più corretto?

Partiamo dal primo step, ossia l'acquisto consapevole. Il trucco minerale, oramai lo sappiamo, offre molteplici chance di scelta di colori, grazie alle differenti pigmentazioni che offre. Questo discorso è valido per i fondi, per gli ombretti, per i blush e ovviamente anche per le terre. La regola per non avere un effetto innaturale sul volto è scegliere un prodotto che sia in linea con tonalità di pelle, occhi, capelli e che rispetti anche il sottotono dell'epidermide.

In linea generale valgono due regole. La prima è che il bronzer non deve mai essere di più di due, max tre toni più scuro rispetto al colorito naturale, onde evitare l'effetto maschera. La seconda è che quanto più la pelle è chiara, più si dovrà scegliere un prodotto dal sottotono rosato, se la pelle è media si potrà andare verso il ramato e il pescato, mentre per le carnagioni scure si potrà optare per il bronzato e il dorato, anche con leggero effetto shimmer.

Poi ovviamente l'abbinamento va anche fatto in base al trucco che abbiamo normalmente e ai colori che usiamo più spesso. Altro dubbio che spesso ci assale è come stendere al meglio le terre sul viso. Ebbene, anche in questo caso dipende da più fattori. Se l'obiettivo è migliorare il colorito, il bronzer va steso nei punti esatti dove veniamo baciate prima dal sole: fronte, zigomi, mento e naso. Passata veloce col pennello, sfumando bene, proprio in queste zone quindi.

Se, al contrario, il bronzer ci serve per un buon contouring correttivo delle dimensioni del viso, allora il discorso cambia. Tanto per cominciare il prodotto che ci serve deve essere rigorosamente opaco, oppure il lavoro non uscirà bene, dopo di che con un pennello angolato si prenderà una modesta quantità di terra, si batterà via l'eccesso e si stenderà la polvere sul viso.

Per non sbagliare i make up artist consigliano di fare la classica faccia a pesce, in modo da vedere immediatamente sporgere l'osso degli zigomi: esattamente sotto di questo va spennellata la terra e sfumata benissimo. Partite quasi dall'orecchio e muovetevi su e giù lungo la linea dell'osso, fermandovi a circa un centimetro e mezzo dalle labbra. Per enfatizzare la tintarella usate un illuminante nella zona delle guance (sopra l'osso) che si fonda perfettamente con il bronzer e dia uno splendido effetto iridescente agli zigomi.

Foto | Facebook - Francesca Neve upon Neve Cosmetics

  • shares
  • Mail