La dieta detox di due settimane per prepararsi alla prova bikini

Dimagrire si, ma con criterio. E mai senza prima depurare l'organismo dalle tossine accumulate! Ecco la dieta detox che ci rimette in forma e salute in due settimane.

Ogni stagione ha le sue diete e in estate di certo si sprecano quelle che promettono perdita di peso con meno sacrifici possibili. Ma prima di abbracciare un regime ipocalorico che riduca le porzioni e ci faccia fare pace con la bilancia, è sempre necessario depurare l'organismo dalle scorie. Ecco quindi la dieta detox ideale per la stagione calda, che ci pulisce dall'interno, ci leva gonfiore e pesantezza e ci prepara alla prova costume in due settimane.

La perdita di peso effettiva non è miracolosa, intendiamoci, ma è più che sufficiente a farci sentire meglio e in armonia con il nostro corpo. E poi 3-4 chiletti in meno da pancia e fianchi, mantenendo forza fisica e migliorando la salute, di certo non offendono nessuno! Il primo step è eliminare da frigo e dispensa tutti quei cibi che favoriscono il gonfiore o perché irritanti della mucosa gastrica o perché troppo ricchi in grassi e quindi poco digeribili.

A questa categoria appartengono sicuramente le proteine di origine animale, ma soprattutto i latticini, che con il caldo non si sposano benissimo. Tanto più che in soggetti già predisposti ad intolleranza, il consumo di latte, formaggi e mozzarelle fresche, può portare a problemi gastro intestinali anche debilitanti. Sostituiamoli invece con tanti ortaggi freschi, che hanno vitamine e minerali utili anche a combattere calura e spossatezza. Fra le carni eliminiamo le rosse, che sono troppo grasse e preferiamo invece le bianche magre, ma solo un paio di volte a settimana (compreso anche il pesce).

Per favorire la purificazione dell'organismo, al mattino si dovrebbe bere, appena sveglie e a digiuno, un bicchiere di acqua tiepida e limone. Il limone ha potere disinfettante della mucosa gastrica e rilascia ceneri basiche nello stomaco: questo aiuta anche a regolare il ph interno e a sgonfiare la pancia. A colazione non deve mancare mai una sana porzione di frutta, sia in formato solido sia liquido, sotto forma di spremute (non zuccherate) e centrifugati misti con verdure. Per darsi energia va bene una fetta di pane integrale tostato con un po' di miele biologico. Spuntino di metà mattina: una mela o una porzione di ciliege o una banana (che è anche ricca di potassio e in estate fa benissimo).

Il pranzo è importantissimo, perché ci dà le energie che ci servono a finire la giornata. Verdura di stagione cotta o insalata devono sempre precedere il primo o il secondo. Le paste, in particolare, vanno condite con verdure fresche e poco olio extravergine d'oliva, preferendo il farro e il kamut al grano duro. Meglio ancora puntare su miglio, quinoa e amaranto, che sono cereali ottimi per le loro proprietà salutari e si sposano bene con la disintossicazione del fisico. Buono il riso, purché integrale. Spuntino di metà pomeriggio: frullato con latte di mandorla e frutta di stagione.

A cena si alla scodellona di insalata mista: indivia, radicchio, cetrioli, lattuga (quest'ultima è perfetta per chi soffre di cellulite, in quanto drena i liquidi ma anche per chi ha problemi di metabolismo dei glucidi in quanto regola il livello di zuccheri nel sangue), carote e spicchi di mela verde, il tutto condito con succo di limone, un cucchiaino di olio extravergine d'oliva ed erba cipollina o altre erbette aromatiche.

Come secondo salmone al vapore (o va bene anche il pesce azzurro) con erbette fresche, condito con succo di limone e contorno di broccoli e per gli altri giorni insalata di riso o quinoa con carote e zucchine bollite. Insaporiamo anche con mandorle tritate se ci fa piacere: il magnesio che contengono è un ottimo defaticante naturale. Nell'arco della giornata beviamo tanta acqua e tisane depurative: le erbe da prediligere sono l'ortica, il tarassaco e la bardana. Mentre la sera, per evitare di alzarci spesso la notte a fare pipì, beviamo solo un infuso di semi di finocchio che aiuta a digerire in fretta. Perfetto anche il succo di aloe vera, che purifica e tonifica dall'interno. Da evitare in caso di allattamento e gravidanza però.

Da evitare totalmente invece teina, caffeina, cioccolata e zuccheri raffinati, ma anche la soia, sia fermentata sia no. L'alcol è ovviamente bandito (come in ogni dieta, tra l'altro) e le fumatrici incallite dovrebbero diminuire drasticamente, meglio se totalmente, la nicotina dal loro menù quotidiano. Il sacrificio richiesto sarà pure titanico, ma se si vuole disintossicare l'organismo dalle scorie è bene prendere seri provvedimenti. Dopo dieci giorni di detox fatta come si deve, i risultati su pelle, capelli, unghie, oltre che sulla silhouette non tarderanno ad arrivare.

Se sentiamo poi che il nostro intestino non è a posto, possiamo anche fare una cura di probiotici che ci aiutano a risistemare la flora batterica. In farmacia possiamo trovarli sotto forma di boccette da consumare una volta al dì. E non dimentichiamo l'attività fisica, che deve essere regolare, non stressante ma costante. Sotto la doccia eliminiamo le tossine cacciate fuori con il sudore e strofiniamoci il corpo con una spugna a setole naturali, facendo movimenti circolari dal basso verso l'alto. Stimolare la circolazione aiuta a sentirsi meglio e più in forma.

Ricordiamo in ultimo, che prima di iniziare una qualsiasi dieta è bene consultare il proprio medico curante, che conosce bene la nostra situazione clinica e può consigliarci o sconsigliarci un particolare piano alimentare. Una volta ricevute le raccomandazioni di rito, concediamoci queste due settimane di purificazione totale. E mi raccomando: niente stress! Perché anche quello, purtroppo, contribuisce a gonfiore addominale e ci fa commettere pericolosi peccati di gola.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail