L'orticaria da stress in gravidanza, ecco le cure ammesse

Una donna incinta non è immune dallo stress, che tra i sintomi può dare anche l'orticaria. Come trovare sollievo a questo disturbo senza conseguenze sulla gravidanza?



L'orticaria è un problema cutaneo che colpisce circa il 20% della popolazione, e che in gravidanza può manifestarsi ugualmente con la stessa incidenza anche in chi non ne abbia mai sofferto prima. Tra le cause principali ci sono le allergie (anche di natura autoimmune) e lo stress, e in quest'ultimo caso curare il disturbo risulta molto più difficile.

Infatti se in caso di reazione allergica ( tale è l'orticaria) basterà eliminare l'allergene che la provoca, quando l'origine sia psicosomatica si dovrà trovare sollievo in altro modo. Ma vediamo intanto i sintomi dell'orticaria.

Essa si manifesta come una violenta eruzione cutanea pruriginosa, con formazione di pomfi rilevati e biancastri circondati da un alone rossastro, simili alle punture di zanzara. La comparsa dei pomfi può avvenire in qualunque zona del corpo, a durare pochi minuti o diverse ore. In ogni caso, il disagio che provoca è davvero notevole, perché oltre al prurito, l'orticaria genera imbarazzo, il quale può contribuire ad acuirla. A ben vedere, un bel circolo vizioso.

Talvolta in gravidanza l'orticaria può essere favorita anche dalla sensibilizzazione verso alimenti o composti chimici dovuti all'effetto egli ormoni, ma non bisogna mai preoccuparsi, in quanto questo disturbo è del tutto benigno, non contagioso e transitorio. Ma nel frattempo? Una donna non incinta può curare tranquillamente la sua orticaria da stress, acuta o cronica che sia, grazie ad una terapia a base di farmaci antistaminici o corticosteroidi, che il dermatologo provvederà a prescrivere.

In gravidanza, però, la cosa è un po più complicata. Infatti alcuni ginecologi ritengono che una blanda terapia con antistaminici assunti per via orale possa essere seguita anche durante la dolce attesa senza conseguenze sulla futura mamma e sul feto. Stesso discorso per i cortisonici ad uso topico (non orale). Tuttavia, a meno che i sintomi non siano davvero insopportabili, dal momento che quasi tutte le terapie medicinali sono sconsigliate in gravidanza, lo sono anche quelle anti allergiche e antistaminiche.

E allora? Per trovare sollievo si possono usare dei rimedi naturali, ad esempio applicare il gel "raffreddante" all'aloe vera o effettuare frizioni con lozioni rinfrescanti a base di acqua di rose e oli essenziali (come quello di lavanda) o di olio di Neem. Il consiglio è comunque sempre quello di seguire le indicazioni del proprio ginecologo, se dovesse ritenere non pericolosi i comuni antistaminici indicati per l'orticaria, prendeteli pure.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail