La dieta lunch box perfetta per la pausa pranzo in ufficio

Una pausa pranzo equilibrata e leggera, perfetta anche da consumare in ufficio, questa la filosofia della dieta lunch box. Vediamo come seguirla



La dieta lunch box è nata con lo scopo di rispondere ad una doppia esigenza: quella di fornire un menù ideale per chi abbia una pausa pranzo veloce (magari da consumare in ufficio), e contemporaneamente desideri anche perdere qualche chilo.

In pratica l'idea, molto semplice, è quella di comporre un piccolo pasto completo di tutte le sostanze nutritive necessarie per il nostro benessere, ma ipocalorico, digeribile e già pronto da portare al lavoro nelle classiche vaschette.

Insomma, "inventare" una pausa pranzo salutare e dimagrante è proprio quello che aveva in mente Simon Lowell quando stabilì, nel 2008, i principi cardine della sua lunch box diet. Un modo intelligente per risparmiare ed evitare di ricorrere al solito panino o la pizzetta del bar che oltre ad essere poco gratificanti finiscono anche per apportare più calorie di quanto si pensi. Come dovrebbe perciò essere composto un mini pasto da ufficio ideale? Ecco come distribuire i principi nutritivi del nostro menù:


  • Frutta e verdura 60%
  • Proteine 30%
  • Grassi 10%

In pratica i carboidrati dovrebbero essere esclusi, quindi una vaschetta perfetta dovrebbe contenere una fonte proteica magra, come del petto di pollo, oppure due uova, o del tonno, con delle verdure, e naturalmente della frutta fresca già tagliata in pezzi. Il condimento da preferire è l'olio extravergine d'oliva. Tuttavia, per creare un pasto meglio bilanciato, possiamo ridurre leggermente il contenuto proteico e inserire anche dei cereali, magari integrali, come un panino piccolo, oppure preparare un'insalata di riso o di pasta leggere, in cui sia maggiore la quantità di proteine e di legumi rispetto a quella dei carboidrati.

La cosa fondamentale è che tutti i cibi che scegliere per la vostra lunch box dovranno essere a basso indice glicemico, frutta inclusa. Quindi per quanto riguarda i cereali, sceglieteli integrali, che tra l'altro saziano più e prima di quelli bianchi. Per ottenere un buon effetto dimagrante, abbinate al menù della pausa pranzo una prima colazione abbondante e una cena leggera.

Foto| di Rubbermaid Products per Flickr

  • shares
  • Mail