La dieta post abbuffata, come disintossicarsi

Cosa mangiare dopo un'abbuffata per compensare l'eccesso calorico? Vediamo una buona dieta disintossicante


Può capitare a tutti, soprattutto nei periodi di festa o di vacanza, di eccedere con i peccati di gola e lasciarsi andare a qualche bella abbuffata a base di cibi ipercalorici. Abbondanti libagioni e cibi grassi e super conditi possono, però, lasciarci qualche strascico in regalo.

Non solo il lieve aumento ponderale, dovuto soprattutto alla ritenzione dei liquidi, conseguenza dell'abbuffata, ma anche un po' di affaticamento del fegato e degli organi digestivi possono manifestarsi subito dopo un banchetto pantagruelico. Cosa bisognerebbe mangiare, perciò, per "compensare" gli eccessi della gola e al contempo aiutare l'organismo a depurarsi?

Una cosa è sicura: il digiuno è proprio la strategia perdente da non seguire, anche se, spesso, è la prima che tutti seguono. Non mangiare non aiuta il corpo a bruciare i grassi accumulati, e certo non aiuta il metabolismo. Al contrario, anche dopo aver assunto una consistente dose di calorie, non si deve arrivare all'eccesso opposto, tagliandole del tutto. La cosa che, invece, si deve fare, è seguire su una dieta detox a base di alimenti ipocalorici, drenanti e disintossicanti naturali.

Vediamo, perciò, su quali cibi puntare per riprenderci in fretta da un'abbuffata secondo i consigli del nutrizionista Ciro Vestita. L'esperto suggerisce di mangiare frutta per due giorni, circa 1 chilo e mezzo al giorno da consumare con 2 litri d'acqua. L'effetto è drenante, disintossicante, diuretico, perfetto per aiutare il fegato a metabolizzare ed eliminare i grassi e il sodio in eccesso. Tra i frutti consigliati il melone, l'ananas, le mele e le banane. Naturalmente questo tipo di dieta non è assolutamente adatta a chi sia diabetico o abbia problemi di glicemia alta.

Altro alimento su cui puntare sono le patate: sazianti, sfiammanti, riequilibrano stomaco e intestino e sono poco caloriche, ma vanno cucinate al vapore o lesse e condite con un filo di olio extravergine d'oliva a crudo. Dopo i due giorni di dieta a base di sola frutta, quindi, via libera a minestre di verdura, insalate di patate e tanto tè verde e tisane depurative, come la malva. In pochi giorni la vostra abbuffata (e le sue conseguenze sulla linea) saranno solo un ricordo...

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail