Doposole, quale crema scegliere per lenire rossori e scottature

Dopo una giornata trascorsa sotto i raggi del sole bisogna prendersi cura della pelle spalmando una buona crema doposole. Vediamo come sceglierla


Il doposole è un prodotto cosmetico indispensabile quando si va in vacanza al mare. La pelle, infatti, dopo ore di esposizione al sole, anche se adeguatamente protetta da una buona crema con filtro solare adatto al proprio fototipo, è comunque sensibilizzata, tende ad arrossarsi e ad inaridirsi.
E' necessario, perciò, dopo una giornata al mare, lenirla, nutrirla e idratarla con un prodotto che sia in grado di restituirle il suo naturale equilibrio, che la renda di nuovo elastica e morbida, che la rinfreschi e che, molto importante, contribuisca a "fissare" l'abbronzatura.

Un buon doposole racchiude tutte queste qualità, quindi non pensate di risolvere la questione portandovi in valigia la solita crema per il corpo che usate durante l'anno, perché avrete bisogno di una lozione più specifica. Come si deve scegliere il doposole? Dipende dalle esigenze e dalle caratteristiche della pelle, che può essere più o meno sensibile all'azione dei raggi UV, e più o meno secca. Ecco qualche suggerimento valido un po' per tutte:

  • Olio di cocco. Prodotto straordinario, assolutamente indicato come doposole per il suo effetto emolliente e lenitivo. Riduce gli arrossamenti, nutre in profondità scongiurando il pericolo di inaridimento tipico dell'estate, inoltre contiene l'acido laurico, una sostanza con proprietà antibatteriche e antifungine che protegge la pelle da possibili infezioni


  • Doposole a base di olio di carote. Per un'abbronzatura ancora più intensa, ma soprattutto per restituire alla pelle elasticità e nutrirla profondamente, potete scegliere un doposole che contenga olio di carote o usare quest'ultimo puro (lo trovate in erboristeria). Tra l'altro usandolo ogni giorno stimolerete il rinnovamento dei tessuti e la produzione di collagene, cosa che impedirà che si inneschi il tipico processo di invecchiamento cutaneo che segue un periodo prolungato di esposizione la sole


  • Doposole con acido jaluronico e vitamina E. Sono tra i più "gettonati" perché l'acido jaluronico è notoriamente anti-age e mantiene la pelle morbida e giovane, così come la vitamina E, sostanza preziosissima per l'epidermide. Da usare generosamente


  • Doposole a base di estratti di baobab. Il frutto del baobab, albero africano tipico della savana, contiene moltissime proprietà cosmetiche, e tra queste anche quella di proteggere la pelle dai danni del sole e potenziare l'abbronzatura


  • Doposole a base di burro di karitè o olio di avocado. Entrambi questi prodotti sono straordinari per la pelle e perfetti dopo un bagno di sole. Vi regaleranno un'abbronzatura da sogno e una pelle di seta, profumata e vellutata

Veniamo ai doposole lenitivi per la pelle arrossata, da usare dopo le prime esposizioni. Scegliete, in questo caso, piuttosto che degli oli, delle lozioni spray rinfrescanti a base di piante, come la calendula, l'aloe, l'iperico, la borragine, l'amido di riso. Si asciugheranno subito e lasceranno la cure fresca e morbida, decisamente meno arrossata. Provate!

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail