Caschetto bob classico o carré? Ecco le differenze tra i due tagli per capelli

Esiste una differenza tra il caschetto bob classico e il carré? Analizziamo il taglio più famoso al mondo, creato a Parigi nel 1909 dal parrucchiere Antoine.




Si può chiamare bob, come fanno gli americani, o carré, alla francese, ma la sostanza non cambia. È il caschetto classico, ovvero il taglio che tradizionalmente vuole che i capelli abbiano una lunghezza pari a quella delle orecchie. Quest’acconciatura è stata creata nel 1909 a Parigi ed è diventata molto di moda negli anni 20, per poi conquistare le generazioni future con le numerose varianti.

Ha più di un secolo e non dimostrarlo. Il carré è davvero un taglio eterno, elegante, molto femminile e al tempo stesso un tradizionalista. Se dobbiamo pensare al bob più famoso del fashion non possiamo non citare il bombatissimo di Anna Wintour, con tanto di frangetta piena che copre tutta la fronte.

In linea di massima è abbastanza facile da portare, anche se non è indicato in caso di naso troppo pronunciato e spalle spioventi. Tutte le donne, prima o poi, ci provano. Lo possiamo notare nel mondo dello spettacolo, dalle prezzemoline Victoria Beckham e Katie Holmes, Uma Thurman in Pulp Fiction, e nostrane Ilary Blasi e Alessia Marcuzzi. Negli ultimi due anni il tradizionale carré ha visto una nuova versione: cortissimo dietro e un po’ più lungo davanti. Una sorta di scalatura al contrario.

Una cosa però possiamo scommetterla: bob classico, quello corto corto, resterà per sempre. Non ci saranno mode, generazioni, guerre e cambiamenti socio-culturali a renderlo meno fascinoso o meno attuale.

  • shares
  • Mail