Tatuaggi di nome: come scegliere i caratteri e lo stile

Tatuarsi il nome della persona amata, del proprio bambino o di una star della musica è un trend che difficilmente passerà di moda, seppur abbastanza pericoloso. Ecco qualche consiglio per scegliere i caratteri e lo stile.


Tatuaggi di nome

I tatuaggi dei nomi sono molto amate tra i vip, ma anche tra le persone comuni. Pensiamo a David Bechkam che si è scritto il nome di tutti i suoi figli o alla coppia Corona-Nina Moric che prima ha scelto di incidere sulla pelle il loro amore e poi (lei) lo ha in qualche modo coperto a relazione finita. È un trend pericoloso, perché se l’affetto per i propri bambini resterà nel tempo immutato, non è detto che una relazione sia per sempre e soprattutto che si desideri ricordare per il resto della vita.

Sappiate bene che cosa state facendo e ovviamente se decidete di correre il rischio che almeno ci sia una scelta profonda e consapevole. Detto ciò quali sono i caratteri e lo stile migliori? Per quanto riguarda il carattere, sicuramente ci deve essere un tocco di gusto personale. Evitate quindi i classici Arial e Times New Roman, preferite piuttosto un corsivo o un effetto stile numero romano. La cosa migliore è realizzare a mano il disegno e poi chiedere che venga copiato sulla parte del corpo desiderata.

Dove si possono scrivere? Ovunque, dalla spalla alla schiena, dal braccio alla gamba, dal piede alla caviglia, al collo. C’è chi si è tatuato un nome anche in testa, ma troviamo sia poco opportuno soprattutto per una signora. Anche lo stile è molto soggettivo. Sono belli, come detto, i corsivi e magari aggiungere all’iniziale un piccolo disegno, come un fiore o una chiave di violino.

Via | Pinterest

David Beckham
Tatuaggi di nome
Tatuaggi di nome
James
Lilu
Olivia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail