Capelli mossi con la piastra o con il ferro? Ecco come scegliere

La piastra o il ferro sono dei validi alleati in tema di capelli mossi, ma quale strumento è meglio utilizzare? Si possono alternare e hanno la stessa funzione? Ecco un piccolo manuale per scegliere senza errori.


I capelli mossi con la piastra sono diventati un’abitudine per moltissime ragazze, che dopo essersi asciugate le chiome, in cinque minuti, si sistemano la piega. Un tempo però si usava solo esclusivamente il ferro, perché molto più sottile e più adatto ad arricciare e a definire i boccoli. Le piastre di nuova generazione sono leggermente più larghe del ferro e hanno i lati bombati, proprio per facilitare l’arricciatura.

Possiamo quindi dire che se volete creare semplicemente un po’ di movimento, poca differenza fa nell’avere sotto mano il ferro o la piastra. La piastra, se invece volete investire qualche soldino, è più sfruttabili, perché ovviamente potete alternare il liscio al mosso, cosa che non è assolutamente possibile con il ferro.

Detto ciò è necessario fare una distinzione: l’effetto non è identico. Il ricciolo fatto con il ferro è molto più definito, più tondo e può essere anche più stretto. Questo strumento è utile se avete già i capelli ricci e volete semplicemente dargli un po’ di forma e se desiderate rifinire una bella piega montata con i bigodini. Per tutte queste situazioni, l’uso della piastra non è consigliabile. Ora avete le idee più chiare? Il prezzo? È invariabile. Diciamo che una piastra media o un ferro medio hanno lo stesso valore.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail